Scuola e lavoro, il Comune di Giugliano apre le porte agli alunni del Minzoni

Scuola e lavoro, il Comune di Giugliano apre le porte agli alunni del Minzoni

GIUGLIANO. Il comune di Giugliano in Campania apre le porte agli studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Giovanni Minzoni”. La Convenzione quadro di formazione ed orientamento siglata tra il dirigente dell’Istituto di Istruzione Superiore “Giovanni Minzoni” di Giugliano in Campania dott. Nicola Rega ed il sindaco del Comune di Giugliano in Campania dott. Antonio Poziello nell’ambito dei percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro, rappresenta una vera svolta nei rapporti scuola-ente locale, binomio finora più declinato che realmente esperito.

Da quasi un ventennio l’alternanza scuola-lavoro nel nostro paese ha vissuto momenti di luci e ombre e non sempre i due mondi distanti ma complementari hanno dato vita a percorsi formativi significativi. L’esperienza di collaborazione tra comune e scuola rappresenta un momento qualificante per entrambi: la metodologia innovativa introdotta dalla Legge 107/2015, traendo linfa vitale dall’entusiasmo giovanile, tende a favorire la costruzione di un progetto professionale che tenga conto delle reali aspirazioni degli studenti e risponda al tempo stesso alla vocazione socio-economica del territorio giuglianese.

La sinergia tra ente comunale e scuola ha prodotto uno stage sia presso il Settore dei Servizi sociali che presso la Biblioteca comunale di Giugliano in Campania. La disponibile apertura dell’Assessore al welfare state e alle politiche sociali dott. Vincenzo Mauriello al mondo giovanile e la grande professionalità e capacità di progettazione dei percorsi d’alternanza scuola-lavoro della referente d’istituto professoressa Daniela Conte, hanno reso concreto e reale un obiettivo costruito nel tempo: agevolare in prossimità del diploma le scelte professionali individuali favorendo in ciascun allievo la conoscenza diretta del mondo del lavoro e nello specifico delle attività socio-culturali svolte dall’ente comunale.

Il percorso intrapreso lo scorso 9 maggio e tuttora in corso consentirà sia ai diplomandi dell’Istituto Tecnico Commerciale (Settore Amministrazione Finanza e Marketing) che a quelli dell’Istituto Professionale per i servizi commerciali di potenziare le competenze professionali afferenti alle seguenti aree di riferimento: contabilità pubblica, progettazione giovanile europea, politiche sociali e culturali. La cooperazione tra comune e scuola, ulteriore volano allo sviluppo del territorio, intende generare un innovativo prototipo di best pratics replicabile in altri contesti e sempre più rispondente ai bisogni i professionali ed educativi giovanili.