Salerno, Daniela muore a 38 anni per emorragia cerebrale. Donati gli organi

Salerno, Daniela muore a 38 anni per emorragia cerebrale. Donati gli organi

E’ morta per un’emorragia cerebrale. Daniella Delli Priscoli, 38enne di Mercato San Severino, mamma di tre figli, di cui l’ultimo ha appena 8 mesi, è deceduta ma, prima di dire definitivamente addio ai suoi familiari, ha deciso di compiere un ultimo gesto d’amore: donare gli organi. E così, nella notte tra sabato e domenica, è stato autorizzato il prelievo degli organi della 38enne.

I suoi organi e cioè polmoni, reni, cuore, fegato e cornee saranno donati a persone che sono in lista d’attesa per un trapianto in varie località italiane: un rene, però, è stato trapiantato ieri sera dal primario del Centro trapianti del Ruggi, Paride De Rosa, che ha eseguito anche i prelievi.

Proseguono intanto le indagini: sono indagati tre medici dell’ospedale Fucito di Mercato San Severino, dove è iniziato il calvario di Daniela prima di recarsi all’ospedale di Nocera inferiore e poi giungere in condizioni irrecuperabili al Ruggi di Salerno.

Ieri sono stati eseguiti contemporaneamente il prelievo degli organi ed è stato asportato anche l’ organo che ha causato il decesso e che non viene in ogni caso prelevato: il cervello. L’ asportazione del cervello è stata eseguita per accertare la causa della morte, che non è escluso possa essere dovuta a un aneurisma, ma la conferma potrà arrivare solo dopo l’esame istologico sui tessuti.