Giugliano scende in piazza per dire “no” alla camorra: studenti in corteo

Giugliano scende in piazza per dire “no” alla camorra: studenti in corteo

Giovani in piazza per manifestare contro la camorra. Secondo gli organizzatori sarebbero circa 600 i giovani che starebbero sfilando in corteo lungo le vie del centro. Si tratta di studenti degli istituti superiori e associazioni del territorio.

Il corteo promosso dall’associazione “Polis” contro la criminalità è stato fortemente voluto dai componenti dell’associazione. I ragazzi hanno anche tenuto un minuto di silenzio per Mena Morlando. La manifestazione si snoderà lungo le vie del centro ed in particolare in via San Vito e nelle palazzine “Ina Casa” di via Montessori dove ultimamente si sono verificati diversi episodi criminosi tra cui il ferimento del figlio del boss scomparso Paparella.

“L’Amministrazione comunale aderisce alla manifestazione anticamorra che sta per svolgersi a Giugliano e sostiene l’impegno di quanti ogni giorno combattono concretamente la camorra”. A dirlo è il Sindaco di Giugliano Antonio Poziello, giunto successivamente alla manifestazione. Presente anche l’assessore Giulio Di Napoli.

“Lavoriamo quotidianamente per combattere la camorra -spiega l’Assessore alla Legalità, Adolfo Grauso- e per promuovere una nuova cultura di legalità. Siamo quotidianamente impegnati per la costruzione di quegli anticorpi di cui la nostra Comunità necessità, mettendo in rete tutti i soggetti che nel quotidiano lottano il cancro della camorra”.