La banda delle “paparelle”, a Giugliano l’ombra di un nuovo gruppo criminale

La banda delle “paparelle”, a Giugliano l’ombra di un nuovo gruppo criminale

Giugliano. Giovani, spregiudicati e agguerriti. Tutti fedelissimi all’ex boss delle palazzine Ina Casa, Michele Di Biase, alias “Paparella”, vittima di un caso di lupara bianca lo scorso ottobre. Sarebbero i componenti di un nuovo gruppo criminale che si sta facendo largo a Giugliano, negli interstizi lasciati liberi dal clan Mallardo.

A rivelarlo è Il Mattino di oggi. La banda delle “paparelle” avrebbe aprofittato della disarticolazione della cosca di Ciccio ‘E Carlantonio per imporre il racket agli esercizi commerciali della zona ed affermare la propria supremazia criminale su parte del territorio a nord di Napoli.

Le attività di questo nuovo gruppo di giovani spregiudicati sarebbe finito nel mirino delle forze dell’ordine e della magistratura. Ma al momento non risultano avviate ancora indagini ufficiali. La paura di una nuova guerra di camorra nella terza città della Campania, però, è più forte che mai.