Ispezione al San Giuliano, commissario D’Amore: “Lavori termineranno a febbraio. La gastroenterologia non chiude”. Guarda le interviste

Ispezione al San Giuliano, commissario D’Amore: “Lavori termineranno a febbraio. La gastroenterologia non chiude”. Guarda le interviste

Ispezione a sorpresa questa mattina all’ospedale San Giuliano del commissario dell’Asl Antonio D’Amore e del sindaco Poziello. Una visita inaspettata al vecchio pronto soccorso per controllare lo stato dei lavori che ormai proseguono a rilento e di cui troppo spesso si è comunicato un termine mai rispettato, e un’ispezione anche al pronto soccorso temporaneo nel quale troppo spesso sono state denunciate le assurde condizioni alle quali sono costretti medici, infermieri e pazienti.

E ancora l’ispezione è poi proseguita nei reparti di cardiologia e oncologia dove i medici hanno fatto presente le criticità del nosocomio. La visita è poi continuata alla direzione sanitaria dell’Asl dove il commissario ha potuto osservare lo stato di degrado nel quale si trovano gli ambulatori, in particolare quello di gastroenterologia. D’Amore ha detto che non si può operare in quelle condizioni. Fili elettrici scoperti, stanze anguste, uscite d’emergenza inadeguate e pericolose: questo quello che si è trovato dinanzi agli occhi.

La direttrice sanitaria ha esposto tutti i problemi che quotidianamente vive il San Giuliano, dalla carenza di spazi a quella di personale, alle condizioni nelle quali sono costretti a operare medici e infermieri.

Presenti questa mattina anche il presidente del consiglio Luigi Sequino, il consigliere Aniello Cecere. Ad accompagnare il commissario e a ritenersi soddisfatto della visita il sindaco Poziello.

Assicura che per la fine di febbraio i lavori al pronto soccorso del San Giuliano saranno terminati e dunque potrà riaprire. Il commissario D’Amore nel corso della visita ispettiva di questa mattina ha constatato lo stato dei lavori di ristrutturazione e ha toccato con mano lo stato di abbandono e degrado dell’ospedale, ma ha dato una data certa di riapertura.

Nelle ultime settimane si è vociferato di una imminente chiusura dell’ambulatorio di gastroenterologia ma D’Amore ha assicurato che non chiuderà.

Per quanto riguarda l’oncologia invece il commissario assicura che il reparto sarà potenziato.