Isola pedonale, la Coigiass chiede la riapertura temporanea del Corso Campano ma Poziello dice no

Isola pedonale, la Coigiass chiede la riapertura temporanea del Corso Campano ma Poziello dice no

Hanno chiesto la riapertura temporanea del Corso Campano ma la proposta è stata bocciata. Si dicono infatti “più o meno soddisfatti” i rappresentanti della Coigiass dell’incontro avuto con il sindaco Antonio Poziello. I temi sul tavolo sono stati la viabilità, il cronoprogramma dei lavori del Più Europa e gli incentivi e sgravi fiscali per le nuove imprese o esercizi commerciali.

Nel corso dell’incontro il presidente Antonio Guarino e il vicepresidente Rosario Porcaro hanno chiesto al sindaco di evitare l’applicazione dell’isola pedonale per i numerosi micro-cantieri che sono aperti in città. “Riteniamo che la viabilità venga ad essere oltre modo penalizzata, creando disagi a cittadini e commercianti. In questo frangente, riteniamo che sia preferibile evitare l’applicazione dell’isola pedonale, sebbene ribadiamo di essere pienamente favorevoli ad una Ztl quando siano poste in essere tutte le condizioni” ha detto Porcaro.

La richiesta però stata rispedita al mittente. Per il primo cittadino l’isola pedonale resta così com’è stata stabilita. “E’ una scommessa per la ripresa del commercio e del centro storico – ha dichiarato Poziello – Stiamo facendo con la polizia municipale grandi sacrifici per garantirla e la risposta della città è positiva. Pur comprendendo le difficoltà generate dai cantieri aperti, una città moderna non può fare a meno di un’isola pedonale. Abbiamo già accolto la sollecitazione dei commercianti a rivedere il dispositivo che vedeva la chiusura del Corso anche la mattina”.

Dunque nessun cambiamento al momento: l’isola pedonale al Corso Campano resta quella attuale. Ma il presidente della Coigiass fa sapere che “l’associazione si avvarrà della collaborazione di tecnici professionisti per controllare il regolare svolgimento dei lavori e il rispetto del cronoprogramma stabilito” ha detto Guarino.