Giugliano piange Franco Iacolare, la figlia: “Non era un medico. Era un amico”

Giugliano piange Franco Iacolare, la figlia: “Non era un medico. Era un amico”

Riceviamo e pubblichiamo la lettera che Giovanna Iacolare, la figlia di Franco Iacolare, medico giuglianese molto stimato in città morto prematuramente tre giorni fa, ha inviato alla nostra redazione. Giovanna è una ragazza semplice, che frequenta la Facoltà di Medicina per seguire le orme del padre, al quale ha promesso di raggiungere al più presto il traguardo della laurea. La foto è stata scattata in occasione dell’onomastico di Franco Iacolare, a riprova del senso d’affetto, della dedizione e dell’amore che la famiglia e la figlia Giovanna nutrivano nei suoi confronti. Il medico, la moglie e i figli erano anche molto religiosi e ogni domenica partecipavano alla messa che si celebra presso la Chiesa di Santa Sofia, chiesa presso la quale, l’altro ieri, si sono svolte le esequie.

A nome di mio padre ringrazio:

Don Raffaele Ronca e Don Raffaele Grimaldi per le stupende parole spese in chiese; al servizio svolto dalla polizia municipale di Giugliano per averci scortato; ai giornalisti che hanno reso ancor di più pubblica la notizia tramite “Teleclubitalia e Internapoli”;  infine, ringrazio le centinaia di persone che ci sono state vicino.. parenti, amici, conoscenti ma soprattutto PAZIENTI.
Papà non era un semplice medico. Era un amico! Sono stata fortunata ad avere un babbo così. Non tutti i padri portano la “spremuta di arancia” a scuola e ti costringono a berla finché non finisce; non tutti i padri, nonostante la stanchezza, restano svegli fino alle quattro di notte per giocare con i figli e il cagnolino; non tutti i padri danno il bacio ai figli prima che escano per andare all’università.
Ecco questo È UN PAPA’ !! Ora abbiamo un angelo custode che ci illumina e ci protegge.
Buon sonnellino, Amore mio!