Giugliano. Blitz nelle palazzine, il sindaco: “Lo Stato c’è. Ringrazio forze dell’ordine e prefetto”.

Giugliano. Blitz nelle palazzine, il sindaco: “Lo Stato c’è. Ringrazio forze dell’ordine e prefetto”.

“Lo Stato che c’è. A riprova dell’attenzione dello Stato, delle Istituzioni oggi i Carabinieri sono tornati nelle palazzine. Lì dove appena qualche giorno fa le armi della camorra erano tornate a seminare il terrore, mancando la vittima designata.” Ad affermarlo è il sindaco di Giugliano, Antonio Poziello, nel commentare l’operazione anticamorra eseguita oggi nel rione Ina casa di via Colonne.

“Sono tornati i Carabinieri, trovando armi pronte per essere usate. – ha aggiunto il primo cittadino – Lì dove qualche giorno fa la Polizia aveva fermato alcuni pregiudicati armati. Lì dove si meditava la vendetta per gli ultimi agguati. Lì dov’è palpabile la paura, dove riecheggia nelle menti con terrore lo spettro degli anni ’80. Quegli anni che non torneranno. Perché c’è uno Stato che non fa sconti alla camorra. Perché la camorra non trova nelle istituzioni alleanze. Perché le forze dell’ordine, a dispetto degli organici, fanno la loro parte. Senza sosta, senza tregua. Assestando ogni giorno un nuovo colpo alle nuove ed alle vecchie consorterie criminali. E per questo tutti noi dobbiamo essere loro grati. Ogni giorno.”

“Colgo quindi l’occasione – ha concluso Poziello – per ringraziare il Capitano De Lise ed il vicequestore Trocino per il lavoro che con i loro uomini fanno, spesso con grande discrezione. Ed il Prefetto Pantalone per l’attenzione che continua a dedicare alla nostra città.”