Giugliano, alimenti insudiciati nella casa anziani ed altre irregolarità: blitz dei carabinieri

Giugliano, alimenti insudiciati nella casa anziani ed altre irregolarità: blitz dei carabinieri

Giugliano. Controlli nella struttura per anziani, scatta il sequestro di alimenti, maxi multa e denunce. I carabinieri della stazione di Varcaturo, coordinati dal capitano Antonio De Lise della Compagnia di Giugliano, unitamente a personale del Nas e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Napoli, hanno predisposto un servizio straordinario finalizzato al controllo di case di riposo per anziani.

Sono state così denunciate due donne: una gestisce una nota casa di riposo in via Ripuaria, mentre l’altra è presidente della cooperativa che fornisce personale alla medesima struttura.

La prima è stata deferita in qualità di datore di lavoro per diverse irregolarità tra cui mancata nomina medico per sorveglianza sanitaria, non aver consegnato ai dipendenti appositi ed idonei dispositivi per la protezione individuale ed impianto elettrico che presentava in diverse parti situazioni di pericolo.

Ma l’aspetto forse più preoccupante riguarda il cibo per gli anziani ospiti. I carabinieri hanno rinvenuto infatti alimenti ritenuti in cattivo stato di conservazione ed insudiciati. Al riguardo si è provveduto al sequestro penale di un congelatore a pozzetto contenente circa 25 chili di prodotti alimentari di vario genere (pollame, carni di manzo e maiale e pane).

Alla seconda denunciata viene invece contestata la mancata designazione del responsabile di servizio di prevenzione e protezione aziendale,  non aver effettuato la valutazione dei rischi ed elaborato il documento, aver omesso di informare i lavoratori circa i rischi per la salute e aver omesso di assicurare ai lavoratori una formazione in materia di salute e sicurezza.

A seguito degli accertamenti nella struttura situata sul litorale giuglianese, i militari dell’Arma hanno quindi  elevato sanzioni amministrative per complessivi 105mila euro. 

(immagine di repertorio)