Fatture, assunzioni e permessi di soggiorno falsi. Il business milionario di Gigino da Qualiano

Fatture, assunzioni e permessi di soggiorno falsi. Il business milionario di Gigino da Qualiano

Giugliano. Lo hanno preso stamattina all’alba gli uomini delle Fiamme Gialle di Giugliano ma lo seguivano dal 2013 da quando un lavoratore aveva scoperto di essere stato assunto a sua insaputa da una ditta. I finanzieri guidati dal tenente colonnello Andreozzi hanno subito capito che qualcosa non quadrava ed hanno messo sotto controllo Luigi Cerchia. Il quarantenne qualianese avete studiato un sistema infallibile per non pagare contributi e tasse e prestava questa particolare consulenza a chi ne avesse bisogno. Aveva varie società fantasma intestate a quattro teste di legno laziali finite ai domiciliari che grazie ad un sistema di false fatture non dovevano mai pagare un euro allo Stato.

Da qui l’operazione “saldo zero” con dipendenti regolarmente assunti ma senza dover pagare gli odiati contributi se non la parcella a Cerchia. Un sistema utile a far maturare disoccupazione e diritti come nel caso di 250 immigrati che pagavano per finte assunzioni solo per ottenere il permesso di soggiorno. Un sistema che addirittura poi permetteva alle ditte di avere Durc regolari e crediti nei confronti della Agenzia delle Entrate.

Uno stratagemma che garantiva a Cerchia di fare la bella vita con una casa con piscina e auto di lusso ma che conveniva anche a più di cento imprenditori della zona tutti oggetti di sequestro preventivo dei beni questa mattina che dovranno ora spiegare perché si erano rivolti a lui. Ditte piccole e grandi come quelle impegnate nella costruzione della Salerno Reggio Calabria o della metropolitana di Roma. Tutte nei guai per aver seguito il metodo Cerchia. Gli imprenditori coinvolti sono i seguenti, tra cui alcuni di Giugliano:

  1. BIBIANI GIORGIO
  2. BOLOGNINI MARIANO CARMINE,
  3. BIONDI BENEDETTO,
  4. BUONAURIO GIUSEPPE,
  5. BUONAURIO MARIANO,
  6. BERTOLI GIAN RODOLFO,
  7. BRAVIN ANGELO,
  8. CHICCHIANI SERGIO,
  9. CONSOLI FRANCO,
  10. CANTE GIOVANNI,
  11. CAPRIOLI ERIKA,
  12. CERCHIA LUIGI,
  13. CASTELLONE RAFFAELE,
  14. CAVINA LUCREZIA,
  15. DE BLASI GASPARE,
  16. DE CAROLIS VALTER,
  17. DI GUIDA ANTONIO,
  18. DE LUCA FRANCESCO,
  19. D’ALTERIO STEFANO,
  20. D’AMBROSIO DOMENICO,
  21. D’AMBROSIO UMBERTO,
  22. DE ANGELIS FRANCO,
  23. DIANA ALESSANDRO,
  24. DI NARDO FRANCESCO,
  25. DI NARDO STEFANO,
  26. DI ROSA GIOVANNI,
  27. DI TOMASSI DONATELLO,
  28. DE SIMONE GENNARO,
  29. DE SIMONE ANTONIO,
  30. AUDITORE MARIA,
  31. FUCCI FRANCESCO,
  32. FELACÒ FRANCESCO SAVERIO,
  33. FIORENTINI ELIDE CRISTINA,
  34. FIORENTINI VALERIANO,
  35. FRAIETTA DOMENICO,
  36. GALLOTTI CIRO,
  37. GARCIA GIGANTO EMILIO,
  38. GRANATA CARMINE,
  39. GATTONE PAOLO,
  40. GATTONE ETTORE.
  41. MIGLIACCIO GENNARO,
  42. MIGLIACCIO LUCIANO,
  43. UMILE DANILO,
  44. MAIONE TOMMASO,
  45. MORACCI GIOVANNI,
  46. MARGIORE LORENZO,
  47. MARIGLIANO ANTONIETTA,
  48. MARGIORE RAFFAELE,
  49. MISCOLI STEFANO,
  50. MUSSOLINO RENATO,
  51. MATTIOLI MARINA,
  52. ANGELUCCI ROBERTO,
  53. NAPPO GIUSEPPE,
  54. PICCIAU GUIDO,
  55. PIGA TIZIANA,
  56. POLITO GIUSEPPINA,
  57. POLITO VINCENZO,
  58. POMMELLA FRANCESCO,
  59. PUMA ALBERTO,
  60. PINTUCCI FABRIZIO,
  61. PIERIMARCHI CLARISSA,
  62. PIERMARTIRI MICHAEL,
  63. ARDUO ROBERTO,
  64. SICA GIUSEPPE,
  65. SEGGIO DELFIO,
  66. SEGUINO RAFFAELE,
  67. SORDO ANTONELLA,
  68. SOZZO STEFANO,
  69. TAMBARO CRISTIAN,
  70. AUTIERO CIRO,
  71. TURBOLI VINCENZO,
  72. VECCHIARELLI MAURO,
  73. VERRELLI GIUSEPPINA,
  74. VASTARELLA VINCENZO,
  75. ZOCCHI CIRO