Concerto U2 a Roma, Bono Vox invita ragazza di Giugliano sul palco: “E’ stato un lord, emozione unica”

Concerto U2 a Roma, Bono Vox invita ragazza di Giugliano sul palco: “E’ stato un lord, emozione unica”

Quando Bono l’ha chiamata sul palco Giada non aveva ben capito cosa stesse per accadere. Era a due passi dal noto cantante degli U2 ed eri lì a cantare a squarciagola come gli altri 60mila fan accorsi a Roma per il concerto quando Bono Vox si è girato verso di lei, l’ha indicata e l’ha invitata a salire sul palco.

Giada Martemucci, 28 anni, di Giugliano, vive tra Bologna e Roma e si occupa di comunicazione. Fan da sempre degli U2 non poteva mancare al concerto di Roma. Tanto che dalle 9 del mattino era lì in fila per entrare all’Olimpico e “conquistare” un posto in prima fila.

Bono ha scelto lei per cantare “Mysterious ways”. L’ha presa per mano, l’ha aiutata a salire, le ha chiesto come si chiamasse e ha cantato con lei. Mentre era sul palco poi le hanno dato una telecamera con cui riprendere il momento. Giada è rimasta incredula per tutto il tempo.

“Ero in prima fila davanti il palco della batteria, Bono lì ha cantato parte di mysterious ways e ad un certo punto mi sono ritrovata sul palco – ha spiegato Giada – Io non ho capito bene come è successo perché onestamente ero impegnata a cantare. Mi hanno detto che bono ha dato una indicazione e così sono andata sul palco. Io non avevo capito nulla, le altre che erano con me mi gridavano “vai vai”. Io ho capito cosa stava succedendo solo quando ho visto la faccia di Bono che mi sorrideva. E’ stato un lord, gentilissimo. Quando poi sono dovuta scendere ha chiesto al suo staff di verificare che fossi sana e salva. Peccato poi che usciti dallo stadio il ritorno a casa è stato un inferno: Roma era completamente isolata: metro chiuse, autobus fermi. Sono riuscita a tornare a casa solo dopo 3 ore dalla fine del concerto”.