Chiusura Magic World, parte la mobilitazione. “Rischio desertificazione sociale ed economica”

Chiusura Magic World, parte la mobilitazione. “Rischio desertificazione sociale ed economica”

Giugliano. “Giovedì prossimo saremo al fianco dei lavoratori stagionali che, quest’anno, non potranno guadagnare quei soldi che, spesso, sono la loro unica fonte di reddito per difendere il loro diritto a conservare il posto di lavoro, e hanno deciso di portare la loro protesta ai cancelli del Tribunale di Napoli dove è in corso la procedura di fallimento del Magic Word lo storico parco acquatico di Giugliano. Con questa chiusura si rischia una ulteriore desertificazione sociale ed economico del napoletano”.

Lo hanno detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e Gianni Simioli de La radiazza, per i quali “pur se è stata avviata la procedura di fallimento, bisogna trovare una soluzione che permetta di tenere aperta la struttura di Giugliano anche nella prossima stagione estiva”.

“Non possiamo permetterci di perdere le migliaia di persone che affollavano, fino allo scorso anno, Magic World e, quindi, bisogna trovare un’intesa con i gestori dei lidi per migliorare l’offerta turistica in modo da attrarre, almeno in parte, quei clienti, anche se è chiaro che l’unica soluzione per farli tornare qui da noi è tenere aperto il parco con i suoi divertimenti che un lido di certo non può offrire” ha aggiunto il consigliere comunale dei Verdi, Giuseppe D’Alterio.

LEGGI ANCHE: Chiude Magic World, il parco non aprirà questa estate