Busta con proiettile e minacce a Cantone 

Busta con proiettile e minacce a Cantone 

Scatta l’allarme alla sede del Pd di Caserta dove è stata recapitata una lettera contenente un proiettile. La missiva è stata aperta da una segretaria che si è accorta della presenza del proiettile (quello di una scacciacani ndr). La busta – secondo quanto ricostruito dalla Digos e riportato da Il Mattino – è apparsa subito sospetta e per questo è stato contattato il responsabile legale del partito, Giuseppe Scialla. Il fatto è al vaglio del prefetto De Felice e del questore Messina. All’interno della lettera, oltre al proiettile, c’erano scritte frasi ingiuriose indirizzate ad alcuni parlamentari come Pina Picierno e Nicola Caputo, oltre al presidente dell’Anac Raffaele Cantone ed al governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca.Nella missiva, però, spicca una frase: “Grazzanise è cosa nostra” ed un riferimento a Teresa Cerchiello (ascoltata anche dalla Digos ndr), attuale presidente del consiglio del Comune di Grazzanise e segretario del Pd locale dopo il reintegro da parte della commissione di garanzia regionale del partito. Una vicenda inquietante che viene registrata nel giorno in cui è partito il tesseramento ed in un fase organizzativa in vista delle prossime elezioni di primavera.

(Fonte Interno 18)