Blitz al Parco Verde ed a casa di “Rosetta a terrorista”, oggetti lanciati contro i poliziotti

Blitz al Parco Verde ed a casa di “Rosetta a terrorista”, oggetti lanciati contro i poliziotti

Caivano. Una imponente operazione della Polizia di Stato, volta al ripristino della legalità ed al contrasto dello spaccio di droga,  è stata eseguita, stanotte, nel Parco Verde di Caivano (NA). Gli agenti della Squadra Mobile, del Commissariato di P.S. “Afragola” del Reparto Prevenzione Crimine, la sezione Cinofili dell’U.P.G., hanno cinturato l’intera area e, con la collaborazione di una squadra dei tagliatori dei Vigili del Fuoco, hanno rimosso cancelli, grate, porte blindate e tutto quanto installato, abusivamente, a protezione per l’illecita attività di spaccio.

I poliziotti hanno accertato che, nel sottotetto del 7° piano, era stata adibita una mansarda che fungeva da “sala regia” per l’osservazione di quanto si verificava all’interno del Parco Verde. Al blitz della Polizia, molte donne, hanno tentato di ostacolare l’attività di controllo, urlando ed inveendo contro gli agenti e lanciando numerosi oggetti nella tromba delle scale, per impedirne la salita ai piani superiori.

Un poliziotto, in appostamento sul terrazzo dell’isolato B2, abilmente, è riuscito a penetrare nella sala regia, rinvenendo e sequestrando 4 microcamere, 4 trasformatori di corrente per microcamere, una tv Akai con funzioni di monitor, installato alla parete, 2 ricetrasmittenti, 2 bilancini di precisione, 1 chiavino per l’apertura del vano ascensore, un telefono cellulare, ed un block notes, all’interno del quale era riportata la contabilità della vendita di droga.

Poco prima dell’irruzione dei poliziotti nella mansarda, accedevano alla stessa dapprima, Gaetano De Simone, di soli 21 anni, che opponeva viva resistenza impedendone l’accesso e Domenico Sabatino, di 37anni che si preoccupava di disfarsi della droga, custodita all’interno di alcuni pacchetti, lanciandola da una finestra.

La Polizia ha recuperato dosi di Cocaina, Crack, Marijuana e bilancini di precisione. De Simone e Sabatino sono stati arrestati e condotti alla Casa Circondariale di Poggioreale.

Nel prosieguo dell’attività di Polizia, gli agenti hanno effettuato una perquisizione anche nell’abitazione di Rosa Amato, meglio nota come “Rosetta a terrorista”, conosciuta per colei che gestiste una grossa piazza di spaccio all’interno del Parco Verde, rinvenendo e sequestrando la somma di €.845, suddivisa in banconote di vario taglio, nascosta all’interno di un mobile .

Anche grazie al fiuto di “Naik”, un bellissimo esemplare di pastore tedesco a pelo lungo, all’interno del vano ascensore, precisamente tra le porte di apertura, i poliziotti hanno rinvenuto due congegni metallici, che fungevano da nascondiglio per la droga, rinvenendo e sequestrando circa 400 grammi di “cocaina”. Nel corso delle ispezioni ai cantinati, gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato 12 proiettili, di cui 11 calibro 38 ed uno calibro 45.   

LE FOTO:

f_b-2016-10-14-alle-16-43-16 schermata-2016-10-14-alle-16-26-41 schermata-2016-10-14-alle-16-26-32 schermata-2016-10-14-alle-16-26-26 schermata-2016-10-14-alle-16-26-15 schermata-2016-10-14-alle-16-26-07 schermata-2016-10-14-alle-16-26-00 schermata-2016-10-14-alle-16-25-31