Alto impatto dei carabinieri a Giugliano e Melito, quattro arresti e undici denunce. LEGGI I NOMI

Alto impatto dei carabinieri a Giugliano e Melito, quattro arresti e undici denunce. LEGGI I NOMI

Giugliano. Vasta operazione dei Militari dell’Arma di Giugliano guidati dal capitano Antonio De Lise a partire dalle 18 di lunedì scorso fino all’alba di ieri. Impiegati 40 uomini. Quattro le persone in manette. Due melitesi e due giuglianesi.

Arrestato Filippo Caianiello, 40 anni, di Melito, per violazione delle misure cautelari. Caianiello è stato sorpreso fuori alla sua abitazione mentre rincasava. In carcere va anche Modestino Aruta, 43enne di Melito, per aggravamento della misura di custodia cautelare dei domiciliari, convertita in misura detentiva, per detenzione di droga a fini di spaccio.

In manette Luigi Cimmino, 52 anni, e Giuseppe Buonanno, 51 anni, entrambi sorpresi a San Marcellino, a bordo di un’autovettura, con 205 grammi di droga. Durante le successive perquisizioni effettuate a Giugliano e Villaricca, nelle loro abitazioni sono stati rinvenuti 5 chili di hashish.

Nell’ambito della stessa operazione, i militari dell’Arma hanno anche denunciato due persone per furto di energia elettrica. Cinque persone per violazione della normativa sull’ambiente e allestimento di una discarica abusiva. Una coppia è stata deferita per non aver rispettato la normativa sul lavoro sommerso. Una, infine, per contrabbando di sigarette.