Giugliano, studenti in strada per manifestare contro le baby gang

Giugliano, studenti in strada per manifestare contro le baby gang

Centinaia di studenti si sono radunati questa mattina in strada a Giugliano per manifestare contro la violenza urbana e contro il fenomeno delle baby-gang. L’evento è stato promosso dall’Istituto Superiore Minzoni per poi raccogliere le adesioni di altri istituti, tra i quali il Liceo Kant di Melito e il Segré di Marano.

Il corteo si è radunato intorno alle 10 di questa mattina a piazza Matteotti e sta sfilando per le vie del centro (corso Campano, via Aniello Palumbo). I ragazzi sono “armati” di striscioni su cui campeggiano scritte di solidarietà a Gaetano, il 15enne brutalmente pestato da un branco di minori all’esterno della stazione metro di Chiaiano.

“Contro l’indifferenza e le barbarie, facciamo un appello ai tanti genitori e ai tanti insegnati affinché possano aggregarsi a noi venerdì mattina contro il fenomeno delle Baby-gang, ponendo come punto di partenza di contrasto e prevenzione di tale fenomeno la scuola”, si legge nel comunicato diramato dal Comitato Studentesco Aut.

La manifestrazione di oggi a Giugliano è la risposta di migliaia di studenti del’hinterland agli eventi di cronaca che hanno visto protagoniste diverse babygang tra Napoli e provincia. Un altro corteo di ragazzi ha sfilato l’altro ieri, 17 gennaio, a Napoli, tra Scampia e lo stesso quartiere di Chiaiano, raccogliendo migliaia di adesioni in sostegno delle vittime di violenza urbana come Arturo o Gaetano.