Giugliano, doppio colpo nella notte. Di Marino (Cna): “Stop tasse a vittime criminalità”

Giugliano, doppio colpo nella notte. Di Marino (Cna): “Stop tasse a vittime criminalità”

Banda della spaccata in azione nella notte a Giugliano. Due le attività colpite nel giro di pochi minuti. I balordi prima hanno preso di mira la tabaccheria in via della Resistenza poi si sono recati in pieno centro. In piazza Annunziata infatti hanno derubato la gioielleria Torre gioielli che aveva inaugurato solo qualche settimana fa.  

La banda ha sfondato la serranda dell’attività commerciale con un’auto. I rapinatori hanno insomma utilizzato la tecnica dell’ariete: con un veicolo a forte velocità si schiantano nella saracinesca così da distruggere serranda e vetrine e poter fare razzia di tutto ciò che trovano all’interno. I malviventi hanno portato via circa ottanta euro dalla cassa e numerosi gioielli. I danni ammontano circa a 8 mila euro. Sul posto sono immediatamente giunti i carabinieri della compagnia di Giugliano. L’esercizio commerciale è però dotato di telecamere. Le immagini sono adesso al vaglio dei militari dell’arma.

Intanto dopo il caso del commerciante di via Roma che dopo aver subito tre raid vandalici in una settimana ha deciso di abbandonare Giugliano ancor prima di aprire, il presidente della Cna Giugliano Raffaele Di Marino propone di non far pagare le tasse ai commercianti che hanno denunciato la criminalità e che hanno subito furti e rapine. “Non si può più essere inermi – dice Di Marino – il comune deve dimostrarsi sensibile verso i commercianti che stanno vivendo momenti di difficoltà, non può mostrare solo la propria solidarietà, quella la possiamo mostrare noi commercianti. L’amministrazione faccia un passo concreto e crei un fondo che permetta ai nostri colleghi che hanno avuto il coraggio di denunciare la camorra o che hanno subito furti di non pagare le tasse comunali. Dia una risposta certa e concreta e faccia capire che la città è dalla parte di chi lotta contro illegalità e ingiustizie”.