Scomparsa di Battista Riccio, la terribile scoperta dei carabinieri a Castelvolturno

Scomparsa di Battista Riccio, la terribile scoperta dei carabinieri a Castelvolturno

Svolta nelle indagini sulla scomparsa di Battista Riccio, l’uomo scomparso da Giugliano e di cui non si hanno notizie ormai da settimane (LEGGI QUI). E’ stata ritrovata la sua auto carbonizzata a Castelvolturno. I carabinieri della compagnia di Giugliano hanno fatto la scoperta in un terreno accanto a un casolare abbandonato.

Riccio, 36 anni di Giugliano, che ha fatto perdere le sue tracce dal 22 settembre, pare fosse legato alla criminalità organizzata locale. Il ritrovamento della sua auto, una Renault Clio carbonizzata, non fa però ben pensare sulle sorti del giovane. Nei pressi dell’auto sono stati ritrovati anche dei guanti.

Nei giorni successivi alla scomparsa ci furono diversi controlli e perquisizioni in città da parte dei carabinieri per ritrovare indizi utili. A denunciare la scomparsa fu la moglie. Riccio ha precedenti per rapina ma le ultime notizie su di lui lo vedrebbero vicino all’ala scissionista del clan Mallardo. Gli investigatori sospettano si tratti di un caso di lupara bianca, di cui è stato vittima anche Michele Di Biase nel 2014.