La sindrome premestruale maschile esiste, lo conferma la scienza: anche gli uomini hanno il ciclo

La sindrome premestruale maschile esiste, lo conferma la scienza: anche gli uomini hanno il ciclo

Se fin ad oggi abbiamo creduto che la sindrome premestruale fosse un disturbo tipicamente femminile, allora ci sbagliavamo di grosso. La scienza lo conferma: anche gli uomini manifestano quei sintomi peculiari della sindrome premestruale.

Jed Diamond, un  ricercatore che si è dedicato allo studio della sindrome premestruale maschile e che ha scritto anche un libro intitolato “The Irritable Male Syndrome” ha spiegato: Si tratta di uno stato di ipersensibilità, di ansia, di frustrazione rabbia che può manifestarsi negli uomini ed è associato ad alcune variazioni biochimiche, fluttuazioni ormonali e del livello di stress”. Secondo il ricercatore, tantissimi uomini ne sono affetti e specifica che la parola “ormonale” è stata associata da sempre alle donne e che quindi possa risultare paradossale l’associazione al pubblico maschile, benché non lo sia.

La verità – come riporta Fidelityhouse.it –  è che anche gli uomini hanno un ciclo ormonale, proprio come le donne. Ad esempio i livelli di testosterone raggiungono il picco più alto al mattino, mentre la sera si registra un calo.

I sintomi principali della sindrome premestruale maschile sono, come sostiene Diamond, l’irritabilità, la profonda sensazione di stanchezza, un repentino aumento dell’appetito ed una maggiore fragilità e sensibilità emotiva in alcuni giorni del mese. Inoltre lo studioso ha dichiarato che tutti i maschi hanno “quel periodo” del mese. Il problema è che nessuno se ne è mai occupato ed ha approfondito questa patologia fino alle recenti scoperte.