È da sempre una delle strade più disastrate del comprensorio. I veicoli da anni sono costretti allo slalom tre buche ed enormi voragini in questa arteria di confine tra 3 comuni. Il disastro stradale è addirittura aumentato nei mei sorsi soprattutto a casa della disastrosa condizioni delle casse comunali di Villaricca. Ora potrebbe arrivare la svolta per via Corigliano, nota come la “strada di Candida”.

Questa mattina al palazzo comunale villaricchese si è tenuta infatti un importante riunione. A renderlo noto è il sindaco di Qualiano, Raffaele De Leonardis. Al tavolo anche il prefetto Rosalba Scialla, commissario a Villaricca, la sovraordinata Lucia Rea, il sindaco di Calvizzano Giacomo Pirozzi ed il neo consigliere metropolitano Luciano Borrelli.

Si lavora per la risoluzione dell’annosa questione e si sta provando ad includere i lavori nel nuovo Piano Strategico della Città Metropolitana di Napoli, che sarà presentato entro un paio di mesi.

Il progetto per la “nuova” via Corigliano

Nella “nuova” via Corigliano verranno installate le caditoie, i cordoli e tutto quanto necessario a renderla una arteria che possa garantire la sicurezza delle migliaia di persone che ogni giorno vi transitano.

Al tavolo sarebbe stata concordata però anche una soluzione temporanea che vada a garantire la sicurezza in attesa dei lavori definitivi. Grazie ad una variante dei lavori previsti tra il Ponte di Surriento e la rotonda Maradona, il comune di Villaricca provvederà al rifacimento del manto stradale per il territorio di sua competenza. Allo stesso modo il comune di Qualiano – spiega il primo cittadino De Leonardis – provvederà alla ristrutturazione nel proprio territorio apponendo una somma dedicata a bilancio comunale.

Automobilisti e centauri sperano quindi che sia la volta buona, mentre si attende l’intervento anche per le altre strade soprattutto in territorio di Villaricca, dopo la sicurezza stradale resta a rischio a causa delle numerose voragini.

continua a leggere su Teleclubitalia.it