vomero multato alvino29 caffè

La nota caffetteria “Alvino29” del Vomero chiusa e multata per un caffé di troppo. I Vigili urbani della Municipale di Napoli sono intervenuti questa mattina «perché fuori dal locale era stato venduto un caffè poi consumato su strada pubblica dall’acquirente».

Vomero, bar chiuso per un caffé consumato in strada: c’è anche la multa

Gli agenti della Polizia Municipale, durante i controlli mattutini in piazza Vanvitelli, hanno notato un cliente all’esterno della caffetteria intento a consumare un caffé acquistato poco prima. A quel punto i caschi bianchi sono entrati nel locale e hanno elevato una contravvenzione al titolare. Poi hanno imposto la chiusura per cinque giorni dell’attività.

A rendere nota la vicenda l’avvocato Angelo Pisani, difesore del titolare, che presenterà ricorso contro la sanzione. “Una repressione e una condanna ingiustificabili, illogiche e strazianti che gridano giustizia. – spiega Pisani – Mentre in italia si fa di tutto di più contro la logica e la Costituzione e i criminali escono dalla galera, il caffè no, non può uscire ed esser consumato da chi lo acquista regolarmente fuori al bar. Questa è la Napoli del sindaco de Magistris”.

Grande rammarico da parte del titolare dell’attività commerciale. “Io ho già paura e ansia ad aprire il bar. Poi mi fanno chiudere – ha dichiarato l’uomo a Il Mattino – non so come fare visto che i miei dipendenti non hanno una cassa integrazione e mi chiedono un aiuto. Io a chi chiedo aiuto? Ai vigili che mi multano? Ho tutto in regola. Ho perso la speranza di ottenere un aiuto economico, ma almeno ci facciano lavorare.

continua a leggere su Teleclubitalia.it