Vincenzo Spadafora è un politico e deputato italiano, eletto nel Movimento 5 Stelle. Ha ricoperto il ruolo di sottosegretario alla Presidenza del Consiglio e, successivamente, è stato Ministro dello Sport durante il suo primo mandato da parlamentare.

Ha 47 anni ed è nato ad Afragola, in provincia di Napoli. Di recente, ha fatto parlare di sé per aver annunciato, nel corso del programma televisivo “Che tempo che fa”, di essere omosessuale. Scopriamo nel dettaglio la vita professionale e personale dell’ex ministro.

Vincenzo Spadafora: età, altezza, laurea, carriera, stipendio

Vincenzo Spadafora ha 47 anni ed è nato il 12 marzo del 1974, sotto il segno dei Pesci, ad Afragola, nel napoletano. Il suo titolo di studio è la maturità classica: non è laureato.

Molto religioso e legato ai gesuiti, si dice che per un periodo sia stato anche in seminario; dopo il liceo, si sposta a Roma, dove inizia a 21 anni a intraprendere una serie di viaggi in Africa come missionario laico dell’UNICEF. Nel 2008, diventa il presidente più giovane della sua storia di UNICEF Italia e mantiene questo incarico fino al 2011.

In ambito politico, Vincenzo Spadafora si avvicina al Movimento 5 Stelle, diventando responsabile delle relazioni istituzionali di Luigi Di Maio. Alle elezioni del 4 marzo 2018, Spadafora è stato il candidato per alla Camera nel collegio uninominale Campania 1 di Casoria, dove ha vinto il seggio con quasi il 60% dei voti, diventando così deputato.

Durante il primo governo Conte, viene nominato sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega alle Pari Opportunità e ai Giovani. Con la nascita del Conte bis, è diventato ministro delle Politiche Giovanili e dello Sport, non venendo poi riconfermato nel governo Draghi.

Il suo stipendio mensile dovrebbe essere di 13.971,35 euro, maturando il diritto alla pensione dopo quattro anni, sei mesi e un giorno di legislatura e il diritto a un assegno di fine mandato.

Vincenzo Spadafora: coming out, genitori

Spadafora ha fatto coming out nel corso di un’intervista a “Che tempo che fa”: con gli occhi lucidi, il deputato M5s, ha dichiarato per la prima volta pubblicamente di essere omosessuale.

“Spero di essere considerato per quel che faccio, per quel che sono – ha affermato durante la trasmissione della Rai – e da domani forse sarò più felice perché mi sentirò più libero”.

Riguardo alla reazione dei genitori, Spadafora sostiene di non aver mai detto chiaramente alla famiglia della propria omosessualità ma di essere certo che la madre avesse captato qualcosa.

“Mia madre, fino a un certo punto della mia vita, quando io tornavo da Roma nei weekend e magari venivano a casa delle persone, la domanda era sempre: ‘Quando ti sposi? Quando fai un figlio?’. Da un certo momento in poi, dopo tante chiacchierate, perché io e mia madre chiacchieravamo ore e ore quando tornavo, soprattutto dopo la morte di mio padre, a chiunque veniva a casa e chiedeva quando mi sarei sposato, rispondeva: ‘L’importante è che è felice’ – sostiene l’ex ministro – Penso che mia madre, anche se non ce lo siamo mai detto, avesse capito tutto”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it