Il Cilento è una zona florida della Campania, meta ogni anno di tantissimi turisti in cerca di mare, benessere, relax, natura e paesaggi mozzafiato. Questa terra, infatti, non è caratterizzata solo dalle acque cristalline e da indimenticabili tramonti, ma presenta diversi luoghi interessanti da scoprire, oasi di pace dove poter contemplare la natura a pieno e borghi dove la storia ha lasciato il segno. Eccone alcuni da non perdere.

Cascate dei capelli di Venere

Le cascate dei Capelli di Venere si trovano nei pressi del paese cilentano Casaletto Spartano, a circa un chilometro dal paese.

Si tratta della cascata più famosa della zona, collocata all’interno dell’Oasi Capello e formata dall’affluente del fiume Bussento, il Bussentino. Il nome Capelli di Venere deriva dalla pianta che ricopre la roccia, sopra la quale scorrono le cascate: si tratta di una felce di nome Capelvenere, una pianta molto elegante, dal colore verde acceso.

La cascata delle acque dai Capelli ha creato delle vasche naturali nel letto del fiume dove è possibile fare anche il bagno nell’acqua gelida, anche nei periodi estivi.

Grotte di Pertosa-Auletta

Le Grotte di Pertosa-Auletta sono l’unico sito speleologico in Europa dove è possibile navigare su un fiume sotterraneo, addentrandosi verso il cuore della montagna.
Le grotte si estendono per circa tremila metri nel massiccio dei Monti Alburni: il percorso è molto suggestivo e suscita grande interesse e stupore negli spettatori, ammaliati dalla particolarità degli spazi, caratterizzati da forme, colori e dimensioni diversi.

Grotte di Castelcivita

Le Grotte di Castelcivita, conosciute anche come le Grotte di Spartaco, si estendono per svariati chilometri nel massiccio dei Monti Alburni, nei comuni di Castelcivita e Controne.

Per circa 1700 metri, sono accessibili ai visitatori: si tratta di un complesso di cavità carsiche, particolarmente ricche di stalattiti e stalagmiti dalle mille forme. Oggi sono uno dei complessi speleologici più grandi presenti nell’Italia meridionale.

Borgo di San Severino

Il borgo antico di San Severino di Centola ha origini medievali: il suo nome deriva da quello della storica famiglia del Principato di Salerno, i Sanseverino. Sovrastante la valle del fiume Mingardo, che qui scava una stretta forra chiamata Gola del Diavolo, oggi si presenta come un luogo abbandonato, dotato di grande fascino e meta di interesse da parte dei visitatori ogni anno.
E’ caratterizzato dalla presenza del castello e della torre Longobarda, una fortificazione attribuita al cavaliere normanno Turgisio. Edificato nell’XI secolo, il castello nel corso dei secoli ha subito numerose modifiche e oggi si vedono parte della cappella palatina, dell’abside e della navata.

Certosa di Padula

La Certosa di Padula, o di San Lorenzo, si trova nel vallo di Diana: è stata, nel 1306, la prima certosa a essere costruita in Campania. Si estende su una superficie di oltre 50mila metri quadrati, divisi su tre chiostri, un cortile ed una chiesa che si contraddistinguono tutti per un gusto spiccatamente barocco. Passeggiare in questi spazi è un modo per immergersi totalmente nella storia e scoprire la bellezza architettonica di questa struttura. Lo scalone ellittico a doppia rampa, che unisce i due livelli dei chiostro, è uno dei più grandi in Europa.

Molto suggestiva è anche la biblioteca con il suo pavimento maiolicato e i soffitti affrescati, così come la chiesa decorata con stucchi settecenteschi.

Una location ideale per le vacanze

Per visitare le varie meraviglie presenti in Cilento, vivendo una vacanza tra mare, natura e storia, una location in cui soggiornare, godendo di una vista mozzafiato, è Borgo Eleatico, a Casal Velino.

Il luogo ideale per tutti i tipi di vacanza: consigliato sia a chi vuole godere della tranquillità del paese, sia a chi intende girare ed esplorare le innumerevoli spiagge del Cilento, raggiungendo facilmente Palinuro, Marina di Camerota, Castellabate, Acciaroli nonché i tanti borghi caratteristici dell’entroterra con brevi e piacevoli tragitti. Per tutte le informazioni necessarie, consultare www.borgoeleatico.it

continua a leggere su Teleclubitalia.it