truffa nadia toffa

Avevano messo in piedi una truffa usando i nomi di Nadia Toffa e di due studi notarili di Brescia, raggirando così due parroci. Ma i truffatori sono stati smascherati ed ora i militari sono sulle loro tracce.

Truffa sulla morte di Nadia Toffa: la ricostruzione

I due avevano raccontato ai parroci che la giornalista e conduttrice delle Iene, morta due mesi fa, aveva lasciato alle parrocchie la sua eredità. Per il pagamento delle imposte di successione e quindi per poi entrare in possesso di ciò che spettava loro era però necessario effettuare un versamento di qualche migliaio di euro a un determinato codice Iban.

La denuncia e le indagini

A quel punto però i sacerdoti hanno contattato gli studi notarili che erano stati indicati loro, i quali hanno negato l’esistenza del testamento. I parroci, una volta capito, che quella non era altro che una truffa, hanno avvisato i carabinieri.

I preti hanno così sporto regolare denuncia agli uomini dell’Arma. Al momento i militari sono sulle tracce dei truffatori, cercando di analizzare le coordinate bancarie che hanno lasciato ai parroci. Sia le forze dell’ordine che tutti i notai di Brescia, rappresentati dal Consiglio notarile, raccomandano di fare massima attenzione, e di segnalare immediatamente l’eventuale tentativo di truffa.

continua a leggere su Teleclubitalia.it