giuseppe landolfo morto incidente casandrino ustioni

E’ morto dopo otto giorno di agonia in cui ha lottato tra la vita e la morte Giuseppe Landolfo, il 32enne coinvolto lo scorso 29 maggio in un drammatico incidente lungo corso Carlo Alberto. Il ragazzo, sposato con due figli, non ce l’ha fatta e ieri si è arreso alle bruttissime ustioni riportate dopo il sinistro stradale.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, il giovane viaggiava intorno alle 22 a bordo della sua minimoto, come faceva di consueto ogni sera, quando si è scontrato con un’auto proveniente dall’altro sesn do imarcia. La testa del 32enne è finita contro il parabrezza della macchina. L’impatto è stato violento. Ma ad uccidere Giuseppe è stata un’altra fatalità: il serbatoio della moto ha cominciato a perdere carburante, è partito un incendio e il 32enne è stato avvolto dalle fiamme.

Immediatamente sono scattati i soccorsi, mentre il giovane si dimenava in strada per spegnere il fuoco che gli stava divorando i vestiti. Quando i sanitari del 118 sono accorsi sul posto, Landolfo era ancora cosciente: è stato trasportato d’urgenza al Cardarelli di Napoli dove è stato subito ricoverato. Le ustioni riportate però sono state troppo gravi e il giovane non ce l’ha fatta.

La notizia della sua morte si è diffusa rapidamente in città. In tutti questi giorni la comunità locale ha pregato tanto nella speranza che il 32enne si salvasse, ma non c’è stato niente da fare. “Questa mattina il nostro paese ha subito una tragedia immane – ha scritto Giuseppe Polizzi, candidato alle elezioni comunali -. Un nostro concittadino, a seguito di un terribile incidente avvenuto qualche giorno fa, è deceduto. Giuseppe Landolfo, 32 anni, lascia una moglie e 2 figli. Una situazione che, a questo punto, può e deve andare oltre la campagna elettorale ed il colore politico. Invitiamo tutte le forze politiche in campo, a cominciare da noi, ad abbassare i toni della contesa. Alla famiglia Landolfo esprimiamo la più totale vicinanza ed il nostro cordoglio in questo momento difficile”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it