Torre Annunziata. Figura anche la società calcistica oplontina “Savoia Calcio” tra le vittime finite nella morsa del pizzo. Ad indagare sulle richieste estorsive perpetrate dagli uomini del clan Gionta è la Dda: oggi i Carabinieri di Torre Annunziata hanno eseguito, su disposizione della Procura di Napoli, quattro arresti.

Torre Annunziata, pizzo alla squadra di calcio: 4 arresti nel clan

Gli indagati sono accusati, a vario titolo, dei reati di associazione a delinquere di tipo mafioso e di estorsioni, aggravate sotto il duplice profilo della modalità mafiosa e dell’agevolazione dell’organizzazione camorristica. In particolare, gli episodi estorsivi sarebbero stati commessi, oltre che nei confronti della società calcistica, anche ai danni di un elettricista (in forma tentata) e dell’amministratore di una rivendita ittica.

Clan a Torre Annunziata

Secondo l’ultima relazione della Dia, a Torre Annunziata continuano ad operare gli storici clan Gionta, Gallo-Cavalieri e Gallo-Pisielli.  A questi si aggiungono le nuove leve del cosiddetto Quarto Sistema, “orbitanti nell’area popolare oplontina denominata Parco Penniniello, tutti di giovane età e legati da vincoli di parentela sia ad esponenti della frangia malavitosa dei Gallo-Cavalieri e sia dei cosiddetti “Pisielli”, storicamente dediti al narcotraffico”, si legge nel documento stilato dagli 007 dell’antimafia. La presenza delle contrapposte fazioni sta determinando  instabilità e fibrillazioni nel territorio, soprattutto per quanto riguarda la gestione delle piazze di spaccio e delle estorsioni.

continua a leggere su Teleclubitalia.it