Tornano i “Teleclubitalia Awards Premio la Mela d’oro 2021″. La premiazione dei vincitori, indetta dall’emittente televisiva Teleclubitalia, si terrà venerdì, 5 febbraio, alle ore 17:30 presso il palazzetto dello sport, a Villaricca. E andrà in onda sul canale 98 e sui canali social di Teleclubitalia, alle ore 18.

La data scelta per la consegna dei premi è il giorno in cui ricorre il compleanno del compianto fondatore di Teleclubitalia, Natale Russo. Il Teleclubitalia Awards, giunto alla settima edizione, nasce da un’idea dall’idea dell’editore Giovanni Francesco Russo di voler premiare le personalità, le associazioni e le imprese che si sono distinte nel corso del 2021 per particolari meriti e hanno dato lustro e risalto all’area nord di Napoli.

La nostra redazione, con l’ausilio dei lettori, ha selezionato delle nomination per ciascuna categoria, che quest’anno sono: personaggio dell’anno, mondo del sociale, mondo del lavoro e mondo social e spettacolo.

Regolamento

I fan della pagina Facebook di Teleclubitalia potranno votare chi, secondo loro, merita il premio per ciascuna categoria esprimendo fino a un massimo di tre preferenze per ognuna. Si potrà votare fino alle ore 12 di giovedi 3 febbraio 2022. 

La classifica dei più votati farà poi media con la classifica prodotta dalla nostra redazione e sarà così determinato il vincitore di ogni categoria. Si vota esprimendo un mi piace alla foto nell’album ufficiale del premio. Sarà redatta una classifica in base ai Mi Piace. Al primo posto, per categoria, saranno assegnati 5 punti, al secondo 4, al terzo 3, al quarto 2, al quinto 1.

La classifica ottenuta su Facebook sarà sommata con la graduatoria della nostra redazione dove l’ordine sarà ottenuto nello stesso modo. (Primo classificato 5 punti, al secondo 4, al terzo 3, al quarto 2, al quinto 1). Chi totalizzerà più punti sarà vincitore della Mela D’Oro 2021. Si precisa che i premi speciali assegnati alla memoria e alla carriera non sono oggetto di votazione e quindi risultano fuori concorso.

Le nomination

PERSONAGGIO DELL’ANNO

Mariolina Castellone: Parlamentare dell’area Nord, è stata eletta Capogruppo al Senato per il Movimento 5 Stelle. Grazie al suo impegno le Camere hanno votato un emendamento che si spera cambierà la storia ambientale del territorio: nessuno potrà più costruire impianti di smaltimento rifiuti nel giuglianese.

Daniele De Angelis (Alfiere della Repubblica): In un anno difficile per tutti, i giovanissimi hanno pagato il prezzo più alto: lontani dai banchi e dagli affetti più cari. Daniele ha saputo però interpretare al meglio questi tempi difficili: aiutando i suoi cugini a seguire la DAD e fare i compiti. Per questo il Presidente Mattarella lo ha nominato Alfiere della Repubblica.

Natascia Lipari (mamma di Simone Frascogna): Un assurdo episodio di violenza le ha portato via suo figlio. In questi mesi ha continuato a lottare per chiedere giustizia. Simbolo di tutte le mamme coraggio, è divenuta una bandiera diffondendo messaggi di pace e di speranza. Un esempio per tutti noi.

Fratelli Vicino: Avere dei campioni sul territorio può succedere, ma avere un’intera famiglia di fuoriclasse è cosa rara. I fratelli Vicino hanno conquistato i traguardi più prestigiosi nel mondo del canottaggio, dalle olimpiadi ai mondiali. Attivi nel sociale hanno anche chiesto il rilancio del nostro Lago Patria. Sono i nostri fratelli d’Italia.

Alfonso Mazzamauro: Ha fatto rinascere il Calcio a Giugliano quando tutto ormai sembrava di nuovo perduto. La sua squadra è divenuta campione d’inverno battendo tutti i record calcistici europei per vittorie conquistate. In città come le nostre, dove sempre più spesso si perde l’identità e il senso di comunità, ha contributo in maniera fondamentale a far rinascere un sentimento di appartenenza.

MONDO SOCIAL E SPETTACOLO

Luca il sole di notte: Il suo tormentone è stato, grazie a Lorenzo Insigne, la sigla degli Europei vinti dall’Italia. Ironico e sfrontato, Luca ha conquistato tutti con il suo modo di fare musica e con la sua travolgente personalità. I social sono stati letteralmente invasi dalle sue note, rendendolo famoso ai più.

Rossella Migliaccio: Imprenditrice di successo, ha creato la sua fortuna dal nulla portando in Italia una disciplina sconosciuta fino al suo exploit: l’armocromia, ovvero la capacità di saper scegliere i colori che più esaltano le nostre caratteristiche estetiche. Con milioni di follower e un’app tra le più scaricate dell’anno, è il fenomeno social del 2021.

Accademia Cimarosa: In un luogo dove l’arte è spesso messa da parte è stata capace di organizzare eventi, molti dei quali gratuiti, per rendere questo comprensorio più ricco culturalmente. Impegnata da anni nella promozione della musica è di certo un fiore all’occhiello. Memorabile il concerto in spiaggia per la giornata dell’Epifania.

Jorit: Ha realizzato a Giugliano il suo più grande murales, facendo parlare della terza città della Campania in positivo per giorni e ricordando a tutti ciò che in molti vogliono dimenticare: ovvero che Giambattista Basile è nato ed ha vissuto in questa terra. Artista prolifico, ha trasformato le sue opere in icone, cambiando il volto di molti quartieri.

Vincenzo Comunale: Rivelazione della Stand Up Comedy italiana, è tra i maggiori esponenti della nuova comicità del Sud Italia. Dopo laboratori, piccoli palchi e l’esperienza a “Battute?” su Rai2, è tra i comici di Zelig su Canale 5. Fa ridere e sorridere ma anche riflettere la sua comicità non è mai banale o scontata!

MONDO TERZO SETTORE

Comitato di liberazione dalla Camorra – Area nord di Napoli: Combattere la malavita dovrebbe essere la priorità di ognuno di noi. Farlo insieme è la maniera migliore: il neonato comitato contro la camorra ha messo le basi per una vera lotta contro la criminalità organizzata che unisce associazioni, chiesa e politica. A loro va il merito di aver riacceso i riflettori in quartieri difficili, da troppo tempo abbandonati a se stessi.

Comitato Kosmos: Mettendo da parte appartenenze e bandiere politiche hanno messo insieme le migliori energie per ridare slancio alla battaglia ambientale. La loro marcia contro i miasmi resterà nella storia delle lotte per la salubrità di questa terra. Ambiscono alla ristrutturazione ecologica delle nostre città. Già solo per questo meritano un premio.

A.C. San Gerardo Majella: In un contesto in cui le associazioni nascono e muoiono in una stagione, la San Gerardo Majella racchiude le migliori energie giovanili di Giugliano da 110 anni. Un traguardo che racchiude una storia secolare fatta di impegno e formazione: una palestra di vita. Un esempio da sempre di costanza e capacità organizzativa.

Bruno Mazza: Dopo aver visto morire suo fratello e molti dei suoi compagni per droga, Bruno Mazza con la sua associazione “Un’infanzia da vivere” ha deciso di dedicare la sua vita a salvare i giovani del Parco Verde di Caivano, strappandoli dalle braccia della camorra. Lui – che per quelle braccia ci è passato, scontando la sua pena in galera – ha tirato su un campo di calcio dove prima c’era una piazza di spaccio.

Villa delle Rose – Antonio Altavilla: In un mondo dove l’egoismo trionfa sempre, Antonio Altavilla ha costruito qualcosa di speciale. Una casa di accoglienza per disabili senza famiglia e migranti in difficoltà. Un posto dove le parole accoglienza, solidarietà e fratellanza sono pane quotidiano. La Villa delle rose è un miracolo in terra.

MONDO DEL LAVORO 

Bruno Forgione – Imprenditore: Dopo aver subito un attentato esplosivo alla sua attività commerciale ha subito trovato il coraggio di sfidare la camorra dicendo loro a chiare lettere che non era intenzionato a farsi intimidire. La sua reazione ha riempito d’orgoglio tutti gli imprenditori onesti. Reagire alla malavita si può e lui lo ha dimostrato.

Sartoria 74: Brand fondato da Francesca Ciccarelli, giovane imprenditrice giuglianese. I capi, nati da una radicata tradizione sartoriale, sono stati scelti da numerose conduttrici e giornaliste Rai e Mediaset. Milly Carlucci ha sfoggiato ad ogni puntata di “Ballando con le Stelle” un tailleur firmato Sartoria74.

Ballet Studio: Ballet Studio è la scuola di danza con sede in via Colonne a Giugliano che ha cresciuto artisticamente tantissimi ballerini di caratura internazionale, come il giovane Silvestro Palmiero, vincitore del talent «Prodigi – La musica è vita». Insomma una fucina di talenti.

Fontanella Magic Arabian: Il mondo degli equini gli scorre nel sangue da sempre. Il suo team ha vinto la Champions League dei cavalli arabi a Verona. Un riconoscimento di immenso valore per un figlio di questa terra. Persone da tutto il mondo vengono per ammirare il suo allevamento: unico e inimitabile.

La Scimmietta: Da un carrettino di gelati con una simpatica “scimmietta” portafortuna per le strade di Afragola a un brand che vanta cinque sedi in Campania ed è riconosciuto come uno dei migliori gelati d’Italia. La scimmietta, dal 1974, delizia i palati di grandi e piccini, partendo dai gusti della tradizione e sapendo sempre rinnovarsi.

PREMIO ALLA CARRIERA

Mario Trevi. Nel 2021 ha compiuto 80 anni. Partito dalla piccola Melito, ha portato la musica napoletana in giro per il pianeta. La sua voce ha conquistato prima Napoli, poi l’Italia intera fino agli altri continenti.

Capostipite di una famiglia di grandi interpreti. Un artista che ha attraversato le epoche portando in alto e con talento il nome di Napoli e della sua intramontabile canzone.

PREMIO ALLA CARRIERA

Procuratore Greco. E’ stato per anni alla guida di una delle Procure più difficili d’Italia ma non per questo ha mai smesso di lottare e denunciare. Prima di andare in pensione ha scosso le coscienze con il suo report sulla Terra dei fuochi. Un figlio adottivo di questi luoghi a cui dobbiamo tanto.

PREMIO ALLA MEMORIA 

Enrico Maisto. Dopo la brillante carriera sportiva nel campo dell’ippica si è dedicato alla cura degli animali fondando Animal Food, l’ambulatorio veterinario poi diventato ospedale: un luogo, tutt’ora, punto di riferimento per la cittadinanza. Attivo nel volontariato a difesa degli animali, è stato fondatore di MPAA, Movimento Protezione Animale e Ambiente, associazione che ha poi sviluppato varie sedi su tutto il comprensorio.

PREMIO ALLA MEMORIA 

Ciro Paone. Fondatore di Kiton, ha speso la sua vita per l’azienda di famiglia, sartoria e casa di moda che ora è guidata dalla terza generazione. Kiton dà lavoro a oltre 750 persone (metà delle quali artigiani) e porta da Arzano il made in Italy, o meglio il made in Naples, in giro per il mondo. Grazie a lui, il “kitonismo” è diventato un sostantivo, sinonimo di eleganza, esclusività e qualità.

continua a leggere su Teleclubitalia.it