Vietata la vendita di cibi e bevande al banco e all’esterno dei locali di Caserta mentre resta consentita la somministrazione esclusivamente all’interno dei locali stessi. E’ quanto prevede l’ordinanza del sindaco di Caserta Carlo Marino che ha disposto nuove misure restrittive nel capoluogo casertano.

La decisione del sindaco Carlo Marino

L’ordinanza in sostanza prevede che dalle 11 del 31 dicembre fino alle 5 del mattino del primo gennaio 2022 è vietata la somministrazione di alimenti e bevande “al banco, all’interno dei locali, e ai tavolini esterni”. Vietata anche qualsiasi “forma di festeggiamento o brindisi” nelle aree pubbliche. La fiera bisettimanale di via Ruta, in programma per il 31 dicembre, sarà consentita esclusivamente agli esercizi del settore alimentare.

“Non possiamo permetterci di perdere il controllo della situazione, sono urgenti misure che consentano quantomeno di limitare l’eccessivo incremento di contagi registrato negi ultimi giorni”, ha detto il sindaco Carlo Marino nel motivare il provvedimento con l’obiettivo di evitare assembramenti. L’ordinanza è stata disposta al termine della riunione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto Giuseppe Castaldo, alla quale hanno partecipato oggi anche i vertici di Camera di Commercio, Confindustria, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti e Coldiretti. Il report quotidiano dell’Asl Caserta del 29/12/21 certificava 1032 casi positivi in città al 28/12/21. Tutti dati che hanno allertato il sindaco Marino spingendolo a firmare la nuova ordinanza.

continua a leggere su Teleclubitalia.it