Squid Game va in “scena” davvero. Si è tenuto ieri, 12 ottobre, ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi, la live action della serie di tv di successo coreana presso il Centro Culturale Coreano della Capitale. 

Si tratterà di due diverse sessioni da due ore e ai partecipanti eliminati verrà concessa la possibilità di continuare a guardare gli avversari rimasti in gioco da bordo campo. E naturalmente non ci saranno spargimenti di sangue. 

Squid Game si fa realtà: come funzione

Come rivela il portale del Centro Culturale Coreano negli Emirati Arabi, al gioco parteciperanno due squadre composte da 15 giocatori ciascuna.

Tra le prove che i concorrenti dovranno affrontare ci saranno quelle originali della serie tv, come ad esempio la “Red Light Green Light“, la bambola gigante del gioco “1, 2, 3 e stella” e la “caramelle Dalgona”. “I giochi visti nella serie sono popolari tra i bambini in Corea e sono ricordi d’infanzia per gli adulti”, ha spiegato il direttore del Centro Culturale Coreano Nam Chan-woo, “ma giochi tradizionali simili sono diffusi anche qui, fra i bambini degli Emirati Arabi”.

Cosa si vince

Ma qual è il premio in palo per chi supera tutte le prove e si classica vincitore? Di certo il giocatore fortunato non riceverà 45 miliardi di won, come nella serie tv, che in euro corrispondeno a 33 milioni. Al vincitore verrà consegnata una tuta personalizzata. Nam Chan-woo ha fatto sapere che durante la competizione tutti i giocatori indosseranno magliette con il logo della serie tv e lo staff dell’evento sarà travestito con le iconiche tute rosse, come le guardie della serie tv. Per scegliere gli sfidanti, è stata svolta una severa selezione: ai candidati è stato chiesto di compilare un modulo con una serie di domande che attestavano la loro conoscenza della serie tv.

“Mi auguro che la popolarità globale di “Squid Game” sia un’opportunità per diffondere altri aspetti della cultura coreana”, ha detto il direttore del Centro Culturale Coreano alla stampa locale.

continua a leggere su Teleclubitalia.it