Raffica di controlli a Sant’Antimo, in provincia di Napoli, eseguiti dai Carabinieri della locale tenenza insieme ai militari della stazione forestale, nell’ambito di un servizio a largo raggio volto alla sicurezza ambientale del territorio.

Durante le operazioni è stato denunciato un 46enne di Quarto sorpreso a bordo della sua Ape Car mentre trasportava, senza alcuna autorizzazione, due quintali di rifiuti speciali che sarebbero stati smaltiti illecitamente. All’interno del cassone c’era di tutto: dai condizionatori agli estintori, finanche gli pneumatici e del materiale in ferro. Il mezzo e tutti i rifiuti sono stati sequestrati dai militari dell’Arma.

Controlli a Sant’Antimo, scoperto negozio per riparazione elettrodomestici abusivo: denunce e sequestri

Analoga sorte per un 62enne di Sant’Antimo. Gli uomini della Benemerita hanno scoperto che l’uomo gestiva un laboratorio abusivo per la riparazione di elettrodomestici, al cui interno sono stati trovati due metri quadrati di rifiuti accumulati. Il locale – di circa 70 metri quadrati – è stato posto sotto sequestro. Il servizio a largo raggio si è concluso con l’ultima sanzione ai danni di un cittadino del posto beccato a gettare una busta dell’immondizia lungo il bordo della strada.

continua a leggere su Teleclubitalia.it