pio fortunato giansalvo

Sabato 1 ottobre, presso l’Aula Magna del Plesso Scuole Medie dell’Istituto Comprensivo di San Marcellino ( Ce), ha avuto luogo la prima presentazione della raccolta in versi “Ulivi nascenti” (edita dalla Casa Editrice Albatros il Filo) del giovane autore Giansalvo Pio Fortunato. Un evento di grande caratura cultura che non solo ha ampiamente espletato i temi, gli obiettivi e le linee guida della raccolta, ma ha anche rappresentato un’iniziativa dall’importante valore sociale e comunicativo, consentendo ad un’intera comunità, per la durata della presentazione, di essere cultrice della sublime ed elegante arte della poesia. Un cammino sorprendentemente emotivo e denso di carica letteraria, che ha segnato una linea programmatica esplicativa del cammino letterario ed ideologico che ha dato i natali alla raccolta. Con l’ausilio, infatti, della calda ed intensa lettura di  Teresa Barbato, studente presso l’Accademia teatrale “Nostos Teatro”, i presenti hanno sviscerato le liriche di Giansalvo Pio Fortunato, riuscendo a percepire, tramite i commenti e le riflessioni dell’autore, il senso di venerazione che l’uomo può favorevolmente tributare alla poesia, la sacralità musaica della donna e, soprattutto, la “battaglia” acculturante e valoriale, che risiede nell’animo dell’autore sanmarcellinese.

Tanti gli ospiti presenti: l’Amministrazione Comunale nella persona del Sindaco Geom. Anacleto Colombiano che, seppur assente per impegni istituzionali, ha con una pergamena commemorativa a sua firma, consegnata dall’ass. Ketty Cassandra, intervenuta personalmente durante la presentazione, manifestato il gaudio e l’apprezzamento dell’intera comunità cittadina, il Consigliere Regionale Salvatore Aversano, da sempre attento e vigile alla valorizzazione culturale della sua città natia, il parroco della Parrocchia di San Marcellino P. e M. Don Antonio Diana, sempre attento alla valorizzazione delle sensibilità e delle aspirazioni dei giovani della comunità parrocchiale, la comunità scolastica, nella persona della Prof.ssa. Maria Cristina Dongiacomo, recante il saluto e l’invito ad una duratura collaborazione con il giovane autore della preside Dott.ssa Maria Amalia Zumbolo, la Dott.ssa Giuseppina Marzocchella, crimonologo e psicologo forense, nonché presidente dell’Associazione “Vita e Valori”, che con una luminare analisi psicologica ha tracciato ampiamente il percorso che ha condotto alla realizzazione di questa raccolta, l’Avv. Giovanna Vesta, presidente della Pro Loco cittadina, da sempre desiderosa di preservare ed esaltare la eccellenze della cittadina casertana, il Prof. Ettore Cantile, presidente dell’Associazione “Carmine Adamo” ed apripista del fenomeno di rinascita cultura che ha segnato, assai positivamente, il comune casertano ed il giovane Emidio Oliva, referente dell’Associazione “Controsenso”, sempre attento ed entusiasmato da una cultura mobile e fluida, che possa avere la dialettica delle nuove generazioni.

Ad arricchire l’evento è stata, certamente, la massiva presenza di pubblico che ha dimostrato che San Marcellino è, ancora tutt’oggi, un territorio vivo, culturalmente parlando, e capace di cogliere con sensibilità le eccellenze della propria comunità. Ovviamente, Teleclub Italia, non ha mancato l’evento con la mia presenza, quale moderatore dell’evento culturale, avendo colto questa presentazione quale dimostrazione di un’emittente, ormai regionale, conscia della centralità dell’arte e della cultura nella storia del nostro territorio.
“E’ questo l’inizio di una serie di presentazioni che mireranno a dare risonanza e far conoscere “Ulivi nascenti” da quanti più lettori possibili. Seppur in piena era digitale, è fondamentale il dialogo ed il confronto col lettore, giudice, arbitro e linfa di un cammino di crescita poetica ed ideologica.” Queste le parole di Giansalvo Pio Fortunato, a margine della presentazione, a cui si uniscono i ringraziamenti, per l’attiva partecipazione, all’Amministrazione Comunale, alle autorità politiche e civili presenti, alla Parrocchia ed alle Associazioni, presenti sul territorio. Seguiranno, dunque, altre presentazioni sia nell’Agro Aversano, sia in territori culturalmente variegati ed altrettanto vivi.

COMUNICATO STAMPA

continua a leggere su Teleclubitalia.it