Fermo immagine diffuso dai Carabinieri delle registrazioni delle telecamere installate di nascosto all'interno dell' aula di un asilo nido, dai militari che hanno arrestato a Bisceglie una maestra ritenuta responsabile di maltrattamenti ai bambini. ANSA/FERMO IMMAGINE/CARABINIERI/++ NO SALES, EDITORIAL USE ONLY. NO ARCHIVES ++

SALERNO – Ancora violenze a scuola, questa volta le vittime sono alcuni bambini di un asilo di Salerno di soli 3 e 4 anni. Le maestre praticamente li strattonavano, li afferravano per i capelli, li spingevano in un angolo dell’aula con la faccia al muro e li lasciavano da soli a piangere.

Le docenti della scuola materna di Olevano sono finite ora nel registro delle indagini della Procura della Repubblica in seguito a una denuncia presentata più di un anno fa da una mamma ai carabinieri che immediatamente avviarono le indagini su quel piccolo plesso scolastico dei picentini, travolto ora dalla bufera giudiziaria.

Le docenti, sono già state indagate per maltrattamenti. Le botte, le urla e le bestemmie, rivolte contro i piccolissimi allievi, sono tutte documentate da una serie di immagini estrapolate dalle telecamere installate nel plesso scolastico dai carabinieri della stazione di Olevano, diretti dal maresciallo Dario Santaniello, che hanno così ricostruito quel clima di terrore nel quale i piccoli erano costretti a trascorrere lunghe ore della loro giornata.

continua a leggere su Teleclubitalia.it