roma abusata dentista

Abusata dal dentista durante una visita. E’ l’incubo vissuto da una ragazzina di appena 16 anni. Il professionista, Tiziano D.C., classe 1961, è attualmente destinatario di un divieto di avvicinamento alla vittima e dovrà affrontare il processo che lo vede accusato di violenza sessuale. Il dibattimento inizierà il 12 ottobre prossimo.

Roma, 16enne abusata dal dentista sul lettino: “Non sapevo fosse minorenne”

La violenza si è consumata in un noto studio di Tor Vergata, a Roma. E’ fine agosto. La giovanissima si sdraia sul lettino per sottoporsi a una visita, durata circa un’ora. Sessanta minuti che però le sono sembrati infiniti: il dentista, infatti, 61 anni, prima le mette una mano sulla coscia. Poi comincia a strusciarsi e a palpeggiarla. La giovane chiude gli occhi, fa finta di non vedere. Ma quando li riapre, nota che il dottore ha i pantaloni abbassati.

“Mi sono pietrificata”, racconterà ai genitori prima e ai magistrati poi. Il dentista non si ferma: reclina la poltrona, le toglie gli occhiali e le chiede di abbracciarlo. Alla fine della visita, la 16enne scappa in lacrime dalla mamma. Sottoposta a visita medica, le è stato diagnosticato uno stato d’ansia provocato da un disturbo post-traumatico. Dopo l’accaduto, il padre della vittima è arrivato fino al casa del dentista e ha chiesto spiegazioni. Il professionista si è giustificato: “Non credevo fosse minorenne”. Subito dopo è scattata la denuncia e sono partite le indagini dei carabinieri.

continua a leggere su Teleclubitalia.it