calcagno morto porto granatello portici

E’ finito nelle acque del porto del Granatello, a Portici, con la sua auto. G.Calcagno, 49 anni, di Ercolano, è morto sul colpo. Sulla tragedia che ha scosso il pomeriggio di ieri, 9 maggio, indaga la Polizia Municipale. Si teme che si sia trattato di un gesto estremo.

Portici, tragedia al Granatello: si lancia con la propria auto in acqua e muore

La vittima viaggiava a bordo della sua autovettura e si sarebbe lanciata intenzionalmente nelle acque del porto dopo una rincorsa presa sulla banchina. La scena si è consumata sotto gli occhi attoniti di alcuni passanti e dei pescatori che si trovavano in quel momento sulle barche ormeggiate. Dopo l’allarme lanciato dai testimoni, è scattata la macchina dei soccorsi.

I Vigili del Fuoco hanno recuperato la vettura dalle acque del porto. Quando però il corpo del 49enne è stato estratto dall’abitacolo della macchina, per Calcagno non c’era niente da fare. Sarebbe morto per annegamento o per le conseguenze dell’impatto dell’incidente. Presenti gli uomini della Capitaneria di Porto e della Polizia Municipale di Portici. Acquisite anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona. Dall’analisi delle immagini prenderebbe forza la pista del gesto estremo.

continua a leggere su Teleclubitalia.it