David Sassoli è morto all’1:15 dell’11 gennaio 2022: era ricoverato nel centro oncologico di Aviano per gravi complicanze dovute a una disfunzione del sistema immunitario. Lui stesso aveva dichiarato, attraverso un video, di essere stato colpito gravemente da una brutta polmonite da legionella. Vediamo di cosa si tratta.

Polmonite da legionella: cosa è

La legionella è un batterio gram-negativo, responsabile di un’infezione che interessa prevalentemente l’apparato respiratorio. La malattia infettiva che si sviluppa si può manifestare come polmonite (legionellosi), con tasso di mortalità variabile tra 10-15%, o in forma simil-influenzale (febbre di Pontiac), a decorso benigno.

La fonte d’infezione è ambientale: la legionella è un batterio ubiquitario e si diffonde attraverso le condutture cittadine e gli impianti idrici degli edifici.

Si contrae tramite inalazione di particelle d’acqua disperse nell’ambiente: l’agente infettivo si può trovare nell’aerosol che risulta nebulizzato da spruzzi o da impatto su superfici solide.

Se queste goccioline sono contaminate da una sufficiente quantità di batteri e sono molto piccole (1-5µm), riescono più facilmente a penetrare nelle vie respiratorie, dove possono provocare l’infezione. Chiunque può essere esposto alle particelle d’acqua contaminata a casa o nei posti di lavoro, negli ospedali o nei locali pubblici.

Legionella: malattie correlate

Le sindromi che scaturiscono nel momento in cui si entra in contatto con la legionella sono principalmente due:

  • Malattia dei legionari: è chiamata comunemente anche legionellosi. Rappresenta la forma più complicata di legionellosi, con una prognosi infausta dal 10 al 50% dei casi. Si tratta di una polmonite acuta che si presenta inizialmente con sintomi dell’influenza: per questo motivo, è spesso mal diagnosticata, quindi non riconosciuta tempestivamente.
  • Febbre di Pontiac: è una forma lieve di legionellosi nella quale viene toccata l’area polmonare. La febbre di Pontiac si presenta come una patologia acuta, il più delle volte a risoluzione spontanea. In tal caso, l’infezione da Legionella può presentarsi anche senza alcun sintomo e rimanere subclinica.

Legionella: chi colpisce

La legionella colpisce maggiormente le persone di mezza età e gli anziani, in particolar modo i fumatori e coloro che soffrono di disturbi polmonari cronici.

L’infezione da legionella è più frequente e grave nei pazienti immunocompromessi (tipicamente con ridotta immunità cellulo-mediata), dializzati o affetti da concomitanti patologie, come il diabete, che possono aggravare il quadro clinico.

Le parole di David Sassoli

“Sono stato colpito in modo grave da una brutta polmonite da legionella. Ho avuto febbre altissima, sono stato ricoverato all’ospedale di Strasburgo. Poi sono rientrato in Italia per la convalescenza, ma purtroppo ho subito una ricaduta e questo ha spinto i medici a consigliarmi una serie di analisi e di accertamenti”: queste le parole di David Sassoli, pronunciate in un video del 9 novembre.

Con voce visibilmente affaticata, il presidente del Parlamento Europeo spiegava la sua assenza per malattia: “I medici stanno lavorando per consentirmi di lavorare al più presto ai miei impegni. A loro vanno i miei ringraziamenti per la loro competenza e la loro attenzione”.

Il 22 novembre Sassoli era tornato a Strasburgo: “Volevo ringraziare in apertura di questa plenaria i vicepresidenti, i presidenti dei gruppi, i gruppi politici, l’amministrazione. Io purtroppo sono stato assente per malattia e ho avuto una polmonite molto cattiva, però le attività del Parlamento hanno proseguito e di questo volevo ringraziare tutti” aveva detto.

Sassoli aveva rinunciato a una sua possibile ricandidatura al Parlamento europeo.

continua a leggere su Teleclubitalia.it