Sulla scrivania del suo ufficio – l’ingegnere D’Alterio – dirigente dell’istituto professionale Michele Niglio di Frattamaggiore – ha tre faldoni zeppi di richieste di lavori urgenti per eliminare le infiltrazioni di acqua piovana nella scuola.

Il maltempo degli ultimi giorni non ha fatto che aggravare una situazione già precaria. Dall’aula magna all’archivio con i documenti degli studenti, dai corridoi ad alcune aule: non si contano le macchie sul soffitto e le perdite che – durante le piogge- rendono necessario anche l’uso di secchi.

Il risultato sono spazi inagibili e turni a rotazione per andare a scuola, proprio dopo due anni di didattica a singhiozzo causa DAD e pandemia.

continua a leggere su Teleclubitalia.it