palermo baby prostituta

Venticinque euro per ogni prestazione sessuale. Una bambina di Palermo sarebbe stata costretta dai suoi genitori a prostituirsi, i quali organizzavano incontri a pagamento che a volte avvenivano nella loro abitazione.

Il papà e la mamma della vittima sono stati arrestati con l’accusa di violenza sessuale e sfruttamento della prostituzione minorile. Oltre alla coppia, altri due clienti sarebbero finiti in manette.

A denunciare gli episodi un uomo che avrebbe visto due volte la piccola appartarsi in campagna con uno dei due clienti e compiere per due volte atti sessuali. Il testimone ha anche aggiunto che il padre della piccola avrebbe assistito alla scena.

La minore, ascoltata con l’aiuto di esperti di psicologia infantile, ha confermato le parole dell’uomo. Attualmente la minore è stata allontanata dalla casa dei genitori e affidata a una casa famiglia. Per i 4 indagati il gip ha disposto i domiciliari.

continua a leggere su Teleclubitalia.it