Raffica di sequestri e denunce nei Comuni a Nord di Napoli nell’ambito di una grande operazione dei Carabinieri della Compagnia di Casoria e dei Carabinieri Forestali volta al contrasto dell’inquinamento ambientale nei comuni di Casoria, Casavatore, Caivano, Afragola Cardito e Arzano.  

A Casoria è stato denunciato l’amministratore di un’azienda operante nel settore della verniciatura e riparazione di mezzi pesanti. I militari hanno contestato lo stoccaggio abusivo di rifiuti pericolosi sequestrando un area di 30 metri quadrati. Sequestrato un capannone di circa 2.500 metri quadrati con all’interno delle aree adibite a carrozzeria ed un forno per la verniciatura.

Casavatore i Carabinieri hanno controllato una ditta del luogo che si occupa della produzione di articoli casalinghi in acciaio. In seguito al controllo, è stato sanzionato l’amministratore unico della società per “mancato adempimento delle prescrizioni autorizzative alle emissioni in atmosfera”.

A Caivano nei pressi del campo rom di via Cinquevie, i militari dell’Arma hanno sequestrato una discarica abusiva di rifiuti costituiti da elettrodomestici, pneumatici e rifiuti solidi urbani su un’area di 500 metri quadrati.

Ad Afragola sono state segnalate agli enti competenti per la bonifica 3 aree lunghe 150 metri circa piene di rifiuti solidi urbani in Contrada Ferrarese.

A Cardito – nel rione Iacp – i carabinieri hanno segnalato all’ente locale un’area comunale lungo viale Kennedy nella quale erano stati abbandonati materiali edili, parti elettriche ed elettrodomestici.

Ad Arzano, infine, nei pressi del campo rom sito lungo Circumvallazione esterna, i carabinieri hanno segnalato per la bonifica un’area di 100 metri quadrati con all’interno pneumatici, materiale di risulta e parti elettriche di elettrodomestici.

continua a leggere su Teleclubitalia.it