Sono stati individuati i tre malviventi che hanno rapinato e aggredito l’anziano titolare di una pasticceria a Castello di Cisterna, in provincia di Napoli. I Carabinieri della locale stazione hanno infatti eseguito un fermo di indiziato di delitto nei loro confronti.

Napoli, rapinano e picchiano pasticciere: ladri inseguiti e pestati a sangue dai residenti

La vicenda si è verificata lo scorso 4 febbraio. I tre balordi, dopo avere consumato graffe e cornetti, si sono rifiutati di pagare e poi hanno sottratto con la forza circa 130 euro al titolare. L’anziano pasticcerie è stato perfino malmenato dai tre dinanzi ai dipendenti e ai clienti presenti in quel momento.

La violenza sembra fosse finita lì e invece ha avuto un prosieguo al di fuori dell’attività commerciale. Una volta allontanatisi, riporta Il Corriere del Mezzogiorno, i tre sono stati inseguiti da alcuni residenti, bloccati e picchiati selvaggiamente.

Ma quando i tre malviventi si sono allontanati, alcuni residenti della zona li hanno inseguiti all’interno della stazione della Circumvesuviana. La scena è stata ripresa con un telefonino da uno dei presenti e poi il filmato è stato diffuso su Telegram.

Dal video si vede nitidamente un gruppo di uomini accanirsi sui ladri che poco prima avevano malmenato il pasticciere, costringendolo a consegnare loro poco più di cento euro. I tre vengono ripetutamente colpiti a calci, pugni e perfino con un bastone. “Ha settant’anni, sei un infame”, dice uno degli aggressori. E poi di nuovo giù con le botte.

“Vai a vendere i fazzoletti”, dice un altro che sferra un calcio sul viso di uno dei tre malviventi. Gli autori del rapina sono stati poi rintracciati e fermati dai militari dell’Arma. Adesso si cercano gli aggressori del pestaggio.

continua a leggere su Teleclubitalia.it