Hanno partorito a distanza di quarantotto ore. L’una la nipotina, l’altra la sorellina. Mamma e figlia hanno dato alla luce i loro rispettivi figli al Cardarelli di Napoli. La prima ad andare in travaglio e a dare la luce a Futura, 3 chili e 800 grammi, è stata Mara Barone, biologa, diventata mamma per la seconda volta, e subito dopo, anche nonna.

Napoli, mamma e figlia di Melito partoriscono insieme: la storia di Mara e Paola

Paola, sua primogenita, ha messo al mondo Giovanni, 3 chili e 400 grammi. Come racconta Il Mattino, mamma e figlia abitano a Melito, nella stessa palazzina di famiglia: durante la gravidanza Mara e Paola si sono date sostegno reciproco, l’una infondendo forza all’altra. Fondamentale è stato anche l’aiuto di Lucia, mamma della biologa, che, dopo la nascita dei bambini, è diventata nonna e bisnonna contemporaneamente. 

Lucia è sempre stata presente nella vita di Mara, anche quando la figlia – ancora adolescente – scelse di portare avanti la sua prima gravidanza, quando ancora frequentava la scuola. “Mai bocciata. Non ho perso nemmeno un anno e poi mi sono laureata”, racconta Mara al Mattino. Paola, invece, si è diplomata con il pancione. “Ho appena ottenuto la qualifica di operatore socio-sanitario, vorrei proseguire gli studi all’Università e diventare infermiera pediatrica, proprio perché adoro i bimbi”, aggiunge. Entrambe sono state sistemate nella stessa camera dal personale sanitario dell’ospedale Cardarelli, che con serietà e professionalità ha assistito e dato sostegno ad entrambe durante il parto.

continua a leggere su Teleclubitalia.it