Napoli. La 69enne, suo malgrado protagonista della vicenda sul “Gratta e Vinci” rubato, potrà incassare molto presto i 500mila euro vinti grazie ad un biglietto fortunato acquistato in una tabaccheria.

Napoli, “Gratta e Vinci” rubato: martedì la signora potrà incassare 500mile euro

Ieri si è riunita la commissione dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (Adm) per la validazione del tagliando. Ora potrà avvenire il pagamento alla signora di Napoli che presto potrebbe avere i soldi sul conto, probabilmente martedì prossimo, 28 settembre 2021.

La commissione era presieduta dal dirigente dell’Ufficio Giochi numerici e Lotterie, Stefano Saracchi, che nei giorni scorsi si è recato, su incarico della direzione generale di Adm, presso la caserma dei carabinieri di Latina per acquisire formalmente il tagliando all’Amministrazione, in modo da autorizzare il concessionario Lotterie Nazionali Srl, all’avvio delle procedure per il pagamento del premio, come hanno spiegato i Monopoli mercoledì scorso.

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (Adm) aveva recuperato il biglietto spiegando che “la signora di Napoli potrà incassare la vincita. Alla luce del dissequestro disposto dalla Procura della Repubblica di Napoli, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli si è immediatamente attivata per recuperare il tagliando, ora in custodia presso la nostra sede di Roma, e autorizzare il concessionario al pagamento del premio”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it