Aggredite alle spalle, scaraventate a terra e immobilizzate, solo per rubare uno zainetto. Un vero e proprio incubo quello vissuto da due ragazze di Giugliano che nella notte di venerdì e sabato scorso si trovavano a Napoli per trascorrere una serata di divertimento.

Napoli, aggredite alle e scaraventate a terra: incubo per due ragazze di Giugliano

L’aggressione si è consumata nel quartiere Santa Chiara, all’altezza di Vico Pallonetto, in direzione Mezzocannone. Come riporta InterNapoli.it, le giovani sono state colpite con violenza da un uomo di origine africana. L’aggressore, secondo il racconto delle vittime, avrebbe perfino stretto le mani intorno al collo di una delle due giovani. Poi avrebbe cercato di sottrarle lo zainetto senza però riuscirci.

Le urla delle ragazze hanno attirato alcuni passanti, costringendo l’uomo a scappare via. “Mi sono ritrovata con la faccia a terra, così come anche la mia amica”, racconta una delle due vittime.

“Abbiamo provato a difenderci ed urlato con tutto il fiato che avevamo – prosegue la giovane -. Non abbiamo subito capito cosa volesse, non ha mai parlato. Mi teneva per il collo immobilizzata, ha cercato di strapparmi lo zainetto, ma non è riuscito a portarlo via”.

Entrambe hanno riportato escoriazioni in varie parti del corpo. Sull’aggressione indagano i poliziotti della Questura di Napoli, dove entrambe hanno sporto denuncia. Utili alle indagini potrebbero rivelarsi le immagini di alcune telecamere della zona che i poliziotti potrebbero aver già sequestrato e visionato al fine di identificare l’aggressore.
continua a leggere su Teleclubitalia.it