milano banda rapinatori

Erano il terrore degli automobilisti e si erano specializzati in rapine di orologi di lusso. Per questo motivo gli agenti della Squadra Mobile hanno tratto in arresto due persone di origini napoletane di 48 e 38 anni.

Così rubavano gli orologi di valore

I due utilizzavano la tecnica del trucco dello ‘specchietto’: si avvicinavano in scooter ad auto guidate da possessori di orologi di valore e, dopo aver toccato lo specchietto retrovisore delle auto inducevano il guidatore a rimetterlo a posto dopo aver abbassato il finestrino: a quel punto gli strappavano dal polso l’orologio per poi scappare sulle due ruote.

Le rapine

Gli episodi di rapina, consumata o tentata, contestati sono tre: il primo il 14 settembre in Foro Bonaparte, in occasione della quale alla vittima era è stato rubato un Rolex Daytona con movimento Zenith del 1990, del valore compreso tra i 25 e 40mila euro; il secondo è una tentata rapina avvenuta in via Edolo dove i due arrestati avevano cercato strappare dal polso della vittima un orologio Patek Philippe del valore di 40mila euro e, per ultima, una rapina in piazza della Repubblica nel corso della quale alla vittima è stato rubato un Patek Philippe del valore di circa 38mila euro.

Nel corso di quest’ultimo episodio uno dei rapinatori, inseguito dal derubato, aveva perso il controllo dello scooter a bordo del quale viaggiava consentendo i successivi accertamenti che hanno permesso di risalire agli altri indagati e al box in cui erano custoditi gli scooter utilizzati dalla banda.

continua a leggere su Teleclubitalia.it