marco innocente morto meningite

Morto a soli 22 anni Marco Innocente. A ucciderlo una meningite fulminante che l’ha strappato alla vita due giorni fa, il 25 marzo.

Meningite fulminante, Marco muore a 22 anni. I sintomi

Residente a Castelfranco Veneto, Marco era un ex studente del Giorgione e giocava a calcio nella Virtus. I primi sintomi si sono manifestati appena due giorni prima del decesso, il 23 marzo. Marco si trovava in discoteca con gli amici quando si accorge di perdere sangue dal naso e di avere le mucose nasali infiammate (rinite).

Il 22enne, tornato a casa, manifesta altri sintomi: febbricola, vomito e stanchezza. Si pensa al Covid ma non si tratta del virus. La situazione peggiora nella notte tra il 24 marzo e il 25: il 22enne accusa difficoltà respiratoria, dolore e macchie al tronco e al volto. Portato al pronto soccorso di Castelfranco Veneto e sottoposto ad accertamenti, muore nella mattinata di venerdì.

La diagnosi

Dopo le perplessità iniziali, a fare luce sulle cause del decesso la diagnosi: meningococco di tipo B. Responsabile della malattia il batterio neisseria meningitidis, che ha un’incubazione media di 4 giorni e si trasmette per via respiratoria con il contatto diretto di una persona. Nella maggior parte dei casi il batterio passa da un soggetto all’altro senza provocare danni. Nei casi peggiori, invece, provoca setticemie e meningite.

Isolati 14 contatti

E’ scattato intanto l’allarme per i contatti stretti di Marco Innocente. L’Asl ha contattato 14 persone, tra familiari e amici che verranno sottoposti ad accertamenti e chemioprofilassi. Le autorità sanitarie vogliono scongiurare in tutti i modi l’insorgere di un focolaio di meningite.

continua a leggere su Teleclubitalia.it