Il tribunale del Riesame di Napoli ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Felice Di Iorio, responsabile legale della Laura sas. Di Iorio era stato arrestato lo scorso 3 febbraio, nell’ambito di un’inchiesta sui presunti intrecci tra un noto gruppo imprenditoriale della città (Sime costruzione) e il clan Polverino. La Laura sas – secondo quanto appurato dagli inquirenti – non sarebbe altro che una società schermo dei Simeoli ed è, tra l’altro, esecutrice di un complesso residenziale in via Case Criscio e di una palazzina sorta praticamente a ridosso del convento francescano di via Casalanno. Gli immobili, nonché le due società, Laura sas e Sime costruzioni, sono state poste sotto sequestro dall’autorità giudiziaria.

continua a leggere su Teleclubitalia.it