lorenzo trevisan morto caorle

A trovarlo esanime sul letto è stata la mamma. Lorenzo Trevisan, 37 anni, è morto probabilmente nel sonno. La tragedia si è consumata nel centro di Caorle, città metropolitana di Venezia. Il giovane era il titolare insieme alla famiglia del noto ristorante “Taverna Caorlina”.

Caorle, muore nel sonno a 37 anni: a trovarlo la mamma

Erano le 14 e 30 quando la mamma, Anna, decide di recarsi in camera da letto perché da troppe ore non sente il figlio. Quando entra nella stanza la drammatica scoperta: Lorenzo giace esanime sul letto. Non dà segni di vita, nonostante la donna provi a scuoterlo e rianimarlo. A quel punto Anna, in preda alla disperazione, decide di chiamare i soccorsi. In via Francesconi si precipitano gli uomini del 118, che provano inutilmente a rianimare il ragazzo prima di constatarne il decesso. La notizia fa presto il giro della città, gettando nello sconforto l’intera comunità di Carole, che si stringe in segno di lutto attorno alla famiglia Trevisan.

La segnalazione del decesso è arrivata anche ai carabinieri, giunti a casa Trevisan per appurare cosa fosse accaduto. Gli investigatori dell’Arma della Compagnia di Venezia, coordinati dal magistrato di Pordenone Federico Baldo, hanno avviato un’indagine che punta a fare chiarezza sulle cause dell’improvvisa morte di Lorenzo. Anche la Procura ha aperto un fascicolo di inchiesta. Le prime indagini non hanno permesso di chiudere il cerchio. Sul corpo non sono emersi, da un primo esame eterno, escoriazioni o segni di violenza. Si propende per il malore. Il dottor Cirnelli, medico legale, ha però prelevato dalla salma alcuni campioni di tessuto e dei liquidi per sottoporli a verifica. Si procederà anche all’esame autoptico.

continua a leggere su Teleclubitalia.it