L’amica geniale è una serie tratta dai romanzi di Elena Ferrante che ha riscosso un grande successo di pubblico. Protagoniste sono Lila e Lenù, interpretate da Gaia Girace e Margherita Mazzucco. Scopriamo i luoghi dove è stata girata la terza stagione, in onda attualmente ogni domenica sera su Rai1.

L’amica geniale: i luoghi dove è stata girata

L’amica geniale – Storia di chi fugge e chi resta andrà in onda per quattro serate su Rai: tratta dal libro di Elena Ferrante, la terza stagione è stata girata in diverse parti d’Italia. Le riprese si sono svolte prettamente a Napoli, che resta infatti lo sfondo principale delle vicende che coinvolgono Lila e Lenù, magistralmente interpretate da Gaia Girace e Margherita Mazzucco.

Dal lungomare di Napoli fino a Posillipo, sono numerose le scene girate nel capoluogo partenopeo. Osservando immagini e video diffusi sui social, è possibile riconoscere alcuni luoghi iconici napoletani in cui sono ambientate le puntate de L’Amica geniale, come Piazza del Gesù, Piazza Dante e il Rione Luzzatti, divenuto celebre proprio grazie ai romanzi di Elena Ferrante.

Diverse scene sono state girate anche a Caserta: in particolare, la scelta è ricaduta sulle strette vie dell’antico borgo di Casertavecchia, i palazzi nobiliari di Caserta nuova e la storica Reggia di Caserta.

Spostandosi al di fuori del territorio campano, le location scelte per L’amica geniale sono da ritrovare in Toscana, regione già presente nel corso della seconda stagione. Le riprese si sono svolte in alcuni dei luoghi simbolo di Firenze, tra cui piazza della Signoria e piazza Santa Croce, insieme ad altri luoghi importanti della città toscana. Qui si svolge anche il matrimonio di Lenù con Pietro, uno dei punti chiave del romanzo, il punto in cui la storia muta la propria evoluzione.

Anche il Nord Italia è tra i luoghi in cui si articolano le vicende che coinvolgono prettamente Lenù: a Torino, sono numerose le scene che riprendono l’ambiente studentesco e le lotte che hanno caratterizzato quell’epoca. Il capoluogo piemontese è stato scelto per la Facoltà di chimica di Via Pietro Giuria e Palazzo Campana, entrambe sedi dell’Università di Torino.

Milano è un’altra città settentrionale che trova spazio nella serie: durante la presentazione del suo romanzo, Elena incontra nuovamente Nino Serratore. Tra le location più iconiche vi sono la Galleria Vittorio Emanuele, la Rinascente e piazza Duomo.

continua a leggere su Teleclubitalia.it