Pozzuoli Capo Protezione Civile

“Le persone che avranno una ordinanza di sgombero perché la loro abitazione ha dei problemi potranno scegliere di andare in uno degli alberghi a disposizione oppure anche scegliere una sistemazione autonoma, ricevendo un contributo che deve essere quantificato“. A dirlo è Italo Giulivo, capo della Protezione Civile della Campania, prima di entrare alla riunione di “debriefing” alla Protezione Civile a Pozzuoli sulle attività messe in atto dopo lo sciame sismico dello scorso 20 maggio.

Giulivo (Protezione Civile Campania): “Gli sfollati in albergo o contributi per sistemazione autonoma”

“Oggi – spiega Giulivo – nella riunione ci interroghiamo con le altre istituzioni su quanto è accaduto e su come potrà essere fatto meglio da parte di tutti, quindi oggi ci interroghiamo sui punti di forza e debolezza e come fare meglio”, ha aggiunto il capo della Protezione Civile della Campania.

Giulivo ha poi chiamato in causa anche i controlli sugli edifici in corso nei Campi Flegrei. “Sono arrivate – ha spiegato – circa 1400 segnalazioni al Comune di Pozzuoli per fare sopralluoghi in edifici. Oltre 1200 sono stati fatti e da questi emergono situazioni un po’ più critiche che vengano passate all’esame di tecnici che hanno il patentino Aides cioè ingegneri, architetti e tecnici che hanno avuto una particolare qualificazione sull’inagibilità degli edifici. Di queste schede ne sono state fatte finora circa 120 e se ne devono fare altri 250. Si è potenziata in questi giorni la squadra che sta facendo questi sopralluoghi, stanno venendo anche da altre Regioni, così nel giro di una settimana avremo un quadro complessivo”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it
resta sempre aggiornato con il nostro canale WhatsApp
Banner tv77 Finearticolo