elezioni 2022 giugliano collegio

Le elezioni politiche a Giugliano, terza città della Campania, presentano uno scenario totalmente diverso dal resto d’Italia ma in linea con i dati della provincia di Napoli. Sbanca il Movimento 5 Stelle che elegge sia al Senato Mariolina Castellone che alla Camera Antonio Caso. Dentro, al Senato, di certo anche Luigi Nave da Villaricca.

Giugliano: tracollo Pd, valanga 5 Stelle. Male il centrodestra e Calenda

Il Movimento 5s a Giugliano raggiunge al Senato e alla Camera rispettivamente il 44,8% e il 46,9%. Avvicinandosi molto al dato delle politiche 2018. Male il centrodestra dove la Lega rappresenta l’anello debole al 2,8% alla Camera e al 3,49% al Senato. Primo partito della destra, logicamente, Fratelli d’Italia con 16,39% alla Camera ed il 15% al Senato.

Segue Forza Italia con il 10,67% al Senato e il 9,6% alla Camera (qui schierava la giuglianese Ciccarelli). Segue “Noi Moderati” che al Senato trainato da Antonio dell’Aquila raggiunge il 3,63% con oltre 1500 voti mentre alla Camera si ferma al 1%.

Nel centrosinistra il Pd fa molto peggio della già magra media nazionale: con il 10,43% alla Camera e addirittura scendendo sotto con la doppia cifra con il 9,93% al Senato. I Verdi sono al 1,94% (senato) e al 2,1% (camera). Più Europa 1,92% (senato) 2,17% (camera). Nessuno dei candidati giuglianesi ha trainato il partito per Più Europa.

In media con i dati provinciali il Terzo Polo di Calenda, che pure a Giugliano aveva molti consiglieri comunali record di preferenze alle scorse amministrative a sostenerlo: appena il 3,8% al Senato e il 4,04% alla Camera. 1,71% alla camera e 1,8% al senato per Unione popolare che schierava per palazzo Madama Arianna Organo.

continua a leggere su Teleclubitalia.it