rom roghi pirozzi

GIUGLIANO. “Se non smantelliamo i campi rom ci ritroveremo sempre a raccontare nuovi roghi vivendo da ostaggi nelle nostre case”. Sono le parole pubblicate in un post sui social dal sindaco di Giugliano Pirozzi parlando di roghi tossici e dell’arrivo della stagione degli incendi.

Parole dure contro i rom e certifica, a suo dire, il fallimento delle associazioni che stanno seguendo il progetto Abramo. Parole dure contro le altre istituzioni, al punto che Pirozzi evoca la possibilità di “prendere in considerazione altri percorsi meno istituzionali”. 

Roghi e rom: le parole del sindaco Pirozzi

Proprio su questo il consigliere di minoranza Paolo Conte ha invitato il sindaco a “chiarire il suo pensiero, non alimentando la rabbia dei cittadini. I “modi” diversi, immaginati dal sindaco, non appartengono alle istituzioni né ai giuglianesi”.

Il primo cittadino dell’alleanza Pd- 5 stelle teme che con l’arrivo dell’estate aumentino i roghi tossici e dunque prova a mettere le mani avanti: “Abbiamo bonificato molti punti sensibili da cumuli di rifiuti pronti a essere bruciati e nonostante ciò gli scarichi sono ripresi perché mancano gli agenti per i controlli”. E così invoca lo sgombero dei campi rom e un “piano emergenziale contro i roghi impiegando l’esercito in modo permanente”. 

Pirozzi annuncia che a inizio giugno “ci sarà l’ennesima riunione”. E così chiede l’intervento delle altre istituzioni sovracomunali. 

Il sindaco non ha lasciato spazio a dubbi e ha collegato il disastro roghi tossici ai rom per i quali è in atto il progetto Abramo. Ma anche su questo il sindaco dà la responsabilità alle associazioni “che non hanno trovato soluzioni abitative per i rom”.

Le reazioni politiche

Il post ha scatenato le reazioni della minoranza consiliare: “Che fine hanno fatto le telecamere di Costa che ci dovevano salvare? – chiede Luigi Sequino -. Dove sono i vigili del fuoco che avrebbero cambiato il nostro destino? Perché non abbiamo un comandante della Polizia Municipale? Un po’ Salvini, un po’ Pinocchio, Pirozzi cerca di buttare le mani avanti e dire che i roghi che arriveranno non sono colpa sua. Annuncia azioni eclatanti ma non dice di cosa si tratta. E sancisce il fallimento di tutto quello che il Pd ha detto negli ultimi anni”. A replicare il consigliere di maggioranza Ragosta che ha bollato la minoranza come “gufi”. “sperano un giorno di poter dire che anche Pirozzi sia come loro perché ha fallito al governo di Giugliano” dice.

Il monito di Pirozzi ha riscontrato la condivisione del centrodestra campano, sia della lega che di fratelli d’Italia. Il segretario della Lega Grant gli dà ragione e invoca la discussione in consiglio regionale della proposta di legge sui campi rom. Per Peluso, vice responsabile delle Politiche per il Mezzogiorno di FdI: “Fa piacere che il sindaco abbia compreso che la città è abbandonata e che occorre un’azione democraticamente forte”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it